genocidio greci UE MaSSONICA ERDOGAN

PROTOCOLLO IV

Ogni Repubblica attraversa varie fasi. La prima fase è rappresentata dai primi giorni di furia cieca, quando le turbe annientano e distruggono a destra e a sinistra. La seconda è il regno del demagogo che promuove l'anarchia ed impone il potere assoluto. Questo dispotismo non è ufficialmente legale ed è, pertanto, irresponsabile; esso è nascosto ed invisibile, ma nel medesimo tempo si fa sentire. Esso è generalmente controllato da una organizzazione segreta la quale agisce dietro le spalle di qualche agente ed è conseguentemente tanto più audace e senza scrupoli. A questa forza segreta non importerà di mutare gli agenti che la mascherano. Questi mutamenti aiuteranno persino l'organizzazione, la quale con questo mezzo si sbarazzerà dei suoi vecchi servitori, ai quali avrebbe dovuto dare un forte premio, data la durata del loro servizio. Chi o che cosa può detronizzare una potenza segreta? Ebbene tale è appunto il nostro Governo. La loggia massonica in ogni parte del mondo agisce inconsciamente da maschera al nostro scopo. Ma l'uso che faremo di questa potenza nel nostro piano di azione, come i nostri quartieri generali, restano perpetuamente sconosciuti all'universo.
La libertà potrebbe non essere danno e sussistere nei governi e nei paesi senza pregiudicare il benessere del popolo, se fosse basata sulla religione, sul timore di Dio e sulla fratellanza umana, scevra da quei concetti di uguaglianza che sono in contraddizione diretta con le leggi della creazione che hanno ordinato la sottomissione. Retto da una fede simile, il popolo sarebbe governato dalle parrocchie e vivrebbe tranquillamente ed umilmente sotto la tutela dei suoi pastori spirituali, sottomettendosi all'ordinamento da Dio stabilito sulla terra. Ed è perciò che dobbiamo cancellare persino il concetto di Dio dalle menti dei Cristiani, rimpiazzandolo con calcoli aritmetici e bisogni materiali. Allo scopo di stornare le menti Cristiane dalla nostra politica è assolutamente necessario di tenerle occupate nell'industria e nel commercio. Così tutte le nazioni lavoreranno incessantemente per il loro proprio vantaggio, ed in questa lotta universale non si accorgeranno del nemico comune. Ma perché la libertà sconnetta e rovini completamente la vita sociale dei Gentili, dobbiamo mettere il commercio sopra una base di speculazione. Il risultato di ciò sarà che le ricchezze della terra, ricavate per mezzo della produzione, non rimarranno nelle mani dei Gentili, ma passeranno, attraverso la speculazione, nelle nostre casseforti. La lotta per la supremazia e la speculazione continua nel mondo degli affari, produrrà una società demoralizzata, egoista e senza cuore. Questa società diventerà completamente indifferente e persino nemica della religione e disgustata dalla politica. La bramosia dell'oro sarà l'unica sua guida. E questa società lotterà per l'oro, facendo un vero culto dei piaceri materiali che esso può procacciarle. Allora le classi inferiori si uniranno a noi contro i nostri rivali - cioè contro i Gentili privilegiati - senza neppur fingere di essere animate da un motivo nobile, e neppure per amore delle ricchezze, ma unicamente per il loro odio schietto contro le classi più elevate.




PROTOCOLLO V

Che genere di governo si può dare ad una società nella quale il subornamento e la corruzione sono penetrate ovunque; dove le ricchezze si possono ottenere solamente di sorpresa o con mezzi fraudolenti; dove il dissenso prevale in tutto, e la moralità si mantiene unicamente per mezzo del castigo e di leggi severe, e non in conseguenza di principi volontariamente accettati; dove il sentimento patriottico e religioso affoga nelle convinzioni cosmopolitane? Quale altra forma di governo si può dare a simili società, fuorché quella despotica che vi descriverò ora?
Organizzeremo un governo fortemente centralizzato, in modo da acquistare le forze sociali per noi. Per mezzo di nuove leggi regoleremo la vita politica dei nostri sudditi come se fossero tanti pezzi di una macchina. Tali leggi limiteranno gradatamente tutte le franchigie e le libertà accordate dai Gentili. In questo modo il nostro regno si svilupperà in un dispotismo così possente, da essere in grado di schiacciare i Gentili malcontenti o recalcitranti in qualunque ora ed in qualunque luogo.
Ci diranno che il genere di potere assoluto che suggerisco non si confà col progresso attuale della civiltà, ma vi dimostrerò, invece, che è proprio vero il contrario. Allorquando i popoli consideravano i loro sovrani come l'espressione della volontà di Dio, si sottomettevano tranquillamente al dispotismo dei loro monarchi. Ma dal giorno in cui infondemmo nelle popolazioni il concetto dei loro diritti, esse cominciarono a considerare i Re come semplici mortali. Al cospetto della plebe la Santa unzione cadde dal capo dei monarchi, e quando ad essa togliemmo anche la religione, il potere fu gettato sulla via come pubblica proprietà e venne afferrato da noi. Oltre a ciò, fra le nostre doti amministrative contiamo quella di saper governare le masse e gl'individui per mezzo di fraseologie astute, di teorie confezionate furbamente, di regole di vita e di ogni altro mezzo d'inganno allettante. Tutte queste teorie, che i Gentili non comprendono affatto, sono basate sull'analisi e sull'osservazione unite ad una così sapiente argomentazione, che non trova l'uguale fra i nostri rivali, così come essi non possono competere con noi nella costruzione di piani di solidarietà e di azione politica. L'unica società da noi conosciuta che sarebbe capace di farci concorrenza in queste arti potrebbe essere quella dei Gesuiti. Ma siamo riusciti a screditare i Gesuiti agli occhi della plebe stupida per la ragione che questa società è un'organizzazione palese, mentre noi ci teniamo dietro le quinte, mantenendo il segreto della nostra. Al mondo, in fin dei conti, importerà poco se diventerà suo padrone il capo della Chiesa Cattolica, oppure un tiranno del sangue di Sionne. Ma per noi "popolo prediletto" la questione non è indifferente. Per un certo periodo i Gentili potrebbero forse esser capaci di tenerci testa. Ma a questo riguardo non abbiamo da temere perché siamo salvaguardati dall'odio profondamente radicato che nutrono gli uni verso gli altri e che non si può estirpare. Abbiamo messo in contrasto gli uni con gli altri tutti gli interessi personali e nazionali dei Gentili, fomentandone tutti i pregiudizi religiosi e nazionali per quasi venti secoli. A tutto questo lavorìo si deve il fatto, che nessun governo troverebbe appoggio nei suoi vicini, se si appellasse ad essi per opporsi a noi, perché ognuno di essi sarebbe convinto che un'azione contro di noi potrebbe essere disastrosa per la sua esistenza individuale. Noi siamo troppo potenti; il mondo intero deve fare i conti con noi. I Governi non possono fare il più piccolo trattato senza il nostro intervento segreto. "Per me reges regunt" - i sovrani regnano per mezzo mio -. Leggiamo nella Legge dei Profeti, che siamo prescelti da Dio per governare il mondo. Dio ci ha dato l'ingegno e la capacità di compiere questo lavoro. Se vi fosse un genio nel campo nemico, egli potrebbe forse ancora combatterci, ma un nuovo venuto non potrebbe competere con dei vecchi lottatori come noi, e il conflitto fra lui e noi assumerebbe un carattere tale, che il mondo non ne avrebbe ancora visto l'eguale. Oramai è troppo tardi per il loro Genio. Tutte le ruote del meccanismo statale sono messe in moto da una forza che è nelle nostre mani: l'oro!
La scienza dell'economia politica studiata dai nostri grandi sapienti ha già dimostrato che la forza del capitale supera il prestigio della Corona.
Il capitale per avere il campo libero, deve ottenere l'assoluto monopolio dell'industria e del commercio. Questo scopo viene già raggiunto da una mano invisibile in tutte le parti del mondo. Questo privilegio farà sì che tutta la forza politica sarà nelle mani dei commercianti, i quali col profitto abusivo opprimeranno la popolazione.
Oggi giorno conviene disarmare i popoli piuttosto che condurli alla guerra. È più importante sapersi servire per la nostra causa delle passioni ardenti che spegnerle. Incoraggiare le idee altrui e farne uso pel piano nostro piuttosto che disperderle. Il problema principale per il nostro governo è questo: come indebolire il cervello pubblico mediante la critica; come fargli perdere la facoltà di ragionare che è fomite d'opposizione; come distrarre la mentalità del pubblico per mezzo di fraseologie insensate.
In tutti i tempi le nazioni, al pari degli individui, hanno preso le parole per fatti, perché si contentano di quello che odono e ben di rado si curano di verificare se le promesse siano state adempiute, o pur no. Conseguentemente noi, soltanto per darla ad intendere, organizzeremo delle istituzioni i cui membri dimostreranno e loderanno, con eloquenti discorsi, le loro contribuzioni al "progresso".
Prenderemo un atteggiamento liberale per tutti i partiti e per tutte le tendenze e lo comunicheremo a tutti i nostri oratori, i quali saranno talmente loquaci, da stancare il pubblico, il quale sarà stufo e ristucco di qualunque genere d'eloquenza e ne avrà abbastanza.
Per impadronirci della pubblica opinione dovremo anzitutto confonderla al massimo grado mediante la espressione da tutte le parti delle opinioni più contraddittorie, affinché i Gentili si smarriscano nel labirinto delle medesime. Ed allora essi comprenderanno, che la miglior via da seguire è quella di non avere opinioni in fatto di politica; la politica non essendo cosa da essere intesa dal pubblico, ma riservata soltanto ai dirigenti gli affari. E questo è il primo segreto.
Il secondo segreto, necessario al successo completo del nostro governo, consiste nel moltiplicare ad un punto tale gli errori, i vizi, le passioni e le leggi convenzionali del paese, che nessuno possa vederci chiaro in simile caos. Quindi gli uomini cesseranno di comprendersi a vicenda. Questa politica ci aiuterà pure a seminare la zizzania in tutti i partiti; a dissolvere tutte le forze collettive, a scoraggiare ogni iniziativa individuale, la quale potrebbe in qualche modo intralciare i nostri progetti. Non vi è nulla di più dannoso dell'iniziativa individuale: se è assecondata dall'intelligenza essa ci può recare maggior danno dei milioni di esseri che abbiamo aizzato a dilaniarsi vicendevolmente.
Dobbiamo dare all'educazione di tutta la società cristiana un indirizzo tale, che le cadano le braccia per disperazione in tutti i casi nei quali un'impresa domandi dell'iniziativa individuale. La tensione prodotta dalla propria libertà d'azione, perde di forza quando incontra la libertà d'azione altrui. Ne conseguono le scosse morali, le disillusioni ed i fallimenti. Con questi mezzi opprimeremo i Cristiani ad un tale punto, che li obbligheremo a chiederci di governarli internazionalmente. Quando raggiungeremo una simile posizione, potremo immediatamente assorbire tutti i poteri governativi del mondo e formare un Super-governo universale; al posto dei governi ora esistenti, metteremo un colosso che si chiamerà l'"Amministrazione del Supergoverno". Le sue mani si allungheranno come immense tanaglie e disporrà di una tale organizzazione, che otterrà certamente la completa sottomissione di tutti i paesi.




PROTOCOLLO VI

Fra breve principieremo ad organizzare vasti monopoli - serbatoi di ricchezze colossali - nei quali persino le grandi fortune dei Gentili saranno coinvolte in modo tale che crolleranno insieme al credito del loro governo il giorno dopo che avrà avuto luogo la crisi politica [L'intenzione degli Ebrei di ritirare il loro denaro all'ultimo momento è evidente. (Nota del T. inglese)].
Coloro fra gli astanti che sono economisti, calcolino l'importanza di questo progetto.
Dobbiamo adoperare ogni mezzo per sviluppare la popolarità del nostro supergoverno, presentandolo come il protettore e il rimuneratore di tutti coloro che volontariamente si sottometteranno a noi.
L'aristocrazia dei Gentili non esiste più quale potenza politica, di modo non dobbiamo ulteriormente tenerne conto da questo punto di vista. Però essa, in quanto proprietaria di terreni, costituisce sempre un pericolo per noi, giacché le sue rendite le assicurano l'indipendenza. Pertanto è essenziale per noi di privare l'aristocrazia delle sue terre, a qualunque costo. Per raggiungere questo scopo, il modo migliore è quello di aumentare continuamente le tasse e le imposte, e con ciò il valore dei terreni si manterrà al più basso livello possibile.
Gli aristocratici dei Gentili, i quali, date le loro abitudini ereditarie, sono incapaci di accontentarsi di poco, andranno presto in rovina.
Nel medesimo tempo dobbiamo dare con ogni impegno la massima protezione possibile alle industrie ed al commercio e specialmente alla speculazione, il cui compito principale è di agire come contrappeso alle industrie. Senza la speculazione, l'industria aumenterebbe il capitale privato e tenderebbe a sollevare l'agricoltura, liberando le terre dai debiti e dalle ipoteche per gli anticipi delle banche agricole. E' invece essenziale che l'industria prosciughi la terra di tutte le sue ricchezze, e che la speculazione concentri nelle nostre mani tutte le ricchezze del mondo ottenute con questi mezzi. In questo modo tutti i Gentili verranno ridotti nelle file del proletariato, ed allora essi si piegheranno davanti a noi per ottenere il diritto di esistere.
Allo scopo di rovinare le industrie dei Gentili e di aiutare la speculazione, incoraggeremo l'amore pel lusso sfrenato, che abbiamo già sviluppato. Aumenteremo i salari, ciò che non porterà beneficio all'operaio, perché contemporaneamente accresceremo il prezzo delle sostanze più necessarie, col pretesto dei cattivi risultati dei lavori agricoli. Con astuzia mineremo le basi della produzione, seminando i germi della anarchia fra gli operai ed incoraggiandoli nell'abuso degli alcoolici. Nel tempo stesso adopreremo tutti i mezzi possibili per iscacciare dal paese tutti i Gentili intelligenti.
Per evitare che i Gentili realizzino prematuramente il vero stato delle cose, nasconderemo il nostro piano sotto l'apparente desiderio di aiutare le classi lavoratrici alla soluzione dei grandi problemi economici: questa nostra propaganda viene aiutata in tutto e per tutto dalle nostre teorie economiche.




PROTOCOLLO VII

L'intensificazione del servizio militare, nonché l'aumento della polizia sono pure essenziali alla riuscita dei progetti sovraindicati. Per noi è essenziale aggiustare le cose in modo, che oltre noi, in tutti i paesi non siavi altro che un enorme proletariato, cioè altrettanti soldati e poliziotti fedeli alla nostra causa.
In tutta l'Europa, e con l'aiuto dell'Europa, sugli altri continenti dobbiamo fomentare sedizioni, dissensi e ostilità reciproche. In questo havvi un doppio vantaggio: in primo luogo, con tali mezzi otteniamo il rispetto di tutti i paesi, i quali si rendono ben conto che abbiamo il potere o di suscitare qualunque rivolta a piacer nostro, oppure di ristabilire l'ordine. Tutti i paesi hanno l'abitudine di rivolgersi a noi per la necessaria pressione quando essa occorre. In secondo luogo, a furia di intrighi imbroglieremo i fili tessuti da noi nei ministeri di tutti i Governi, non solo mediante la nostra politica, ma altresì con i trattati di commercio e le obbligazioni finanziarie. Per riuscire in quest'intento, dobbiamo usare molta astuzia e sottigliezza durante le trattative e gli accordi; ma in quello che chiamasi "il linguaggio ufficiale", assumeremo la tattica opposta, vale a dire avremo l'apparenza di essere onestissimi e disposti a sottometterci. Così i governi dei Gentili, ai quali abbiamo insegnato a vedere solamente la parte pomposa degli affari, pel modo come glieli presentiamo, ci terranno perfino in conto di benefattori e di salvatori dell'umanità. Dobbiamo metterci in condizioni tali da poter rispondere ad ogni opposizione, con una dichiarazione di guerra da parte del paese confinante a quello Stato che osasse attraversarci la strada; e qualora tali confinanti alla loro volta decidessero di unirsi contro noi, dovremo rispondere promuovendo una guerra universale.
Il principale successo in politica consiste nel grado di segretezza impiegato nel conseguirlo. Le azioni di un diplomatico non devono corrispondere alle sue parole. Per giovare al nostro piano mondiale, che si avvicina al termine desiderato, dobbiamo impressionare i governi dei Gentili mediante la cosidetta pubblica opinione, che in realtà viene dovunque preparata da noi per mezzo di quel massimo fra i poteri che è la stampa, la quale - fatte insignificanti eccezioni di cui non è il caso tener conto - è completamente nelle nostre mani. In breve: per dimostrare che tutti i governi dei Gentili sono nostri schiavi, faremo vedere il nostro potere ad uno di essi per mezzo di atti di violenza, vale a dire, con un regno di terrore [Notate lo stato attuale della Russia (Nota del T. inglese)], e qualora tutti i governi insorgessero contro di noi, la nostra risposta sarà data dai cannoni americani, cinesi e giapponesi.




PROTOCOLLO VIII

Dobbiamo impadronirci di tutti i mezzi che i nostri nemici potrebbero rivolgere contro noi. Ricorreremo alle più intricate e complicate espressioni del dizionario della legge, allo scopo di scolparci nella eventualità che fossimo costretti a pronunciare decisioni che potessero sembrare eccessivamente audaci, oppure ingiuste. Perché sarà sommamente importante esprimere queste decisioni in guisa così efficace, che si presentino alle genti come la massima manifestazione di moralità, equità e giustizia. Il nostro governo deve essere circondato da tutte le forze della civiltà in mezzo alle quali esso dovrà agire. Attirerà a sé i pubblicisti, gli avvocati, i praticanti, gli amministratori, i diplomatici ed infine gli individui preparati nelle nostre scuole avanzate speciali. Questi individui conosceranno i segreti della vita sociale; saranno padroni di tutte le lingue messe insieme con le lettere e le parole politiche; avranno una perfetta conoscenza della parte intima e segreta della natura umana, con tutte le sue corde più sensibili, che essi dovranno far risuonare e vibrare secondo la loro volontà. Queste corde costituiscono l'insieme del cervello dei Gentili; delle loro qualità buone o cattive, delle loro tendenze e dei loro vizi, nonché delle loro peculiarità di caste e di classi.
S'intende che questi sapienti consiglieri della nostra potenza non saranno scelti fra i Gentili, che sono abituati a fare il loro lavoro amministrativo senza tener presenti i risultati che devono conseguire, e persino senza sapere lo scopo per cui tali risultati sono richiesti. Gli amministratori dei Gentili formano i documenti senza leggerli e prestano servizio o per amore o per ambizione.
Circonderemo il nostro governo con un vero esercito di economisti. Questo è il motivo per cui si insegna principalmente agli Ebrei la scienza dell'economia. Saremo circondati da migliaia di banchieri, di commercianti e, cosa ancora più importante, di milionarii, perché, in realtà, ogni cosa sarà decisa dal danaro. Nel frattempo, fintanto che non sarà prudente riempire gli incarichi di governo con i nostri fratelli Giudei, affideremo i posti importanti a individui la cui fama e il cui carattere siano così cattivi da scavare un abisso fra essi e la Nazione, ed anche a gente di tal risma, che abbia timore di finire in galera se ci disobbedirà. E tutto questo allo scopo di obbligare costoro a difendere i nostri interessi finché abbiano fiato in corpo.





Radio Islam è un'associazione apolitica, che agisce per promuovere maggiori e migliori relazioni tra l'"occidente" e il mondo arabo e islamico.

Radio Islam è contro tutti i tipi e forme di razzismo, contro ogni discriminazione basata sul colore della pelle, la fede religiosa e il gruppo etnico.

Perciò Radio Islam è contro il razzismo ebraico verso i non-ebrei e gli obiettivi del sionismo internazionale.

Il sionismo internazionale, oggi, costituisce l'ultima ideologia razzista ancora vivente e lo stato sionista d'Israele l'ultimo luogo rimasto di "apartheid" nel mondo.

Israele costituisce, per la sua sola esistenza, una completa provocazione ad ogni principio, regola e legge internazionale, e il razzismo ebraico una violazione di ogni etica e morale conosciuta dall'uomo.

http://www.radioislam.org/islam/italiano/index.htm







"Perché gli arabi dovrebbero fare la pace? Se fossi un dirigente arabo non la firmerei con Israele. È normale: abbiamo preso il loro paese. Certo, Dio ce lo ha permesso, ma il nostro Dio non è il loro. È vero che siamo originari di Israele, ma la cosa risale a 2000 anni fa: in che cosa li riguarda? Ci sono stati l’antisemitismo, i nazisti, Hitler, Auschwitz, ma è stata colpa loro? Loro vedono una cosa sola: siamo venuti e abbiamo preso il loro Paese. Perché dovrebbero accettare questo fatto?"

- David Ben-Gurion (Primo Ministro di Israele), The Jewish Paradox, di Nahum Goldmann, p. 99.



L'INTERNAZIONALE EBRAICA
PROTOCOLLI
DEI "SAVI ANZIANI"
DI SION
VERSIONE ITALIANA CON APPENDICE
ROMA
LA VITA ITALIANA
RASSEGNA MENSILE DI POLITIC
Via dell'Unità, 25
1921

The Protocols of Zion:



English French Deutsch Svenska Portug Russian Spanish

RESOCONTO DEGLI AVVENIMENTI ISTORICO-POLITICI AVVERATISI NEGLI ULTIMI DIECI ANNI (1880)
Quanto segue è il primo documento che si trova
nell'Appendice alla versione italiana dei
"Protocolli dei Savi Anziani di Sion",
edita in Roma da "La Vita Italiana" nel 1921.




INTRODUZIONE

Uomini siate, e non pecore matte,
Sì che 'l giudeo tra voi di voi non rida.
(Dante: Par. c. V; v. 80, 81)



Il Times di Londra l'8 maggio 1920 dava un largo sunto dei "Protocolli dei Savi Anziani di Sion", annunziando che questi furono pubblicati in Russia a Tsarkoye Sielo nel 1905 e che la biblioteca del British Museum ne possedeva una copia col timbro di entrata del 10 agosto 1906, n. 3926 d 17.

L'autorità del giornale richiamava sulla pubblicazione l'attenzione degli studiosi e degli uomini politici, l'opinione pubblica ne fu commossa e le edizioni si vennero moltiplicando mentre quelle esistenti si diffondevano rapidamente. Tra queste le più notevoli sono: quella tedesca di Gottfried Zur Beek: Die Geheimnisse der Weisen von Zion (I misteri dei saggi di Sion) edita a Charlottenburg dall'Auf Vorposten (1919, 4° piccolo pp. 256) con una importante bibliografia sulla quistione ebraica, e due edizioni inglesi, la prima edita sui primi del 1920 a Boston (Small Majnard and C.), la seconda edita a Londra (The Britons: 62 Oxford Street) Protocols of the Learned Elders of Zion. Sono poi seguite numerose edizioni in Francia, Polonia, ecc.

Una grave quistione si è dibattuta recentemente sull'autenticità dei Protocolli. Noi non vogliamo dissimularla, sia per omaggio alla verità, sia perché i poco scrupolosi non ne abusino. Anzi noi eviteremo di voler risolvere quella quistione nel senso formale, e d'altronde la discussione è troppo lunga e complessa perché qui possiamo riprodurla, tanto più che vi sono sempre convinti sostenitori d'ambo le parti. A mo' di esempio rammenteremo questo punto: il fatto indiscutibile innanzi accennato che i Protocolli furono pubblicati in Russia nel 1905 (l'anno seguente il British Museum ne registrava una copia) è citato dagli assertori dell'autenticità come una prova, giacché nessuno potrà dire che la prodigiosa realizzazione odierna dei Protocolli sia il volgare trucco di una opera stampata après coup con una data anteriore. I negatori dell'autenticità citano questo stesso fatto per la loro tesi, dicendo che quando in Russia comparvero i Protocolli, e poi furono ripubblicati, essi non furono presi in considerazione dagli stessi giornali e circoli antisemiti russi che pur avevano tutto l'interesse di farlo: segno, dicono i negatori della autenticità, che si sapeva esser quello un prodotto della celebre "Okhrana".

Come vedono i nostri lettori, c'è da continuare per un pezzo sulla stessa strada. Ebbene noi taglieremo corto con questa semplice affermazione: il suddetto dibattito verte materialmente sull'autenticità propriamente detta del documento, cioè se realmente gli "Anziani di Sion" si siano radunati nel tale anno e luogo, ed abbiano redatto, parola per parola, quei Protocolli. Ma un'altra quistione, meno formale e più sostanziale, s'impone: quella della loro veridicità.

Nessuno nega che un programma reso pubblico nel 1905 abbia oggi il suo pieno, stupefacente, spaventoso adempimento, e non solo in genere ma in molti punti particolari. O il documento è formalmente autentico, od esso fu compilato su varii documenti autentici e su informazioni sicure, dando a queste membra sparse una unità di corpo.

Ora, ogni onesto e intelligente lettore troverà che nell'uno e nell'altro caso il documento è prezioso. E come tale lo presentiamo al pubblico italiano.

Quando nel 1905 il professor Sergyei Nilus rivelava, con la pubblicazione dei Protocolli, il piano di conquista politica del Sionismo ribelle ed oppresso, era ben lungi dal supporre che - quindici anni dopo - la sua pubblicazione sarebbe apparsa come la voce profetica alla quale il mondo ebbe il torto di non dare a suo tempo ascolto.

Oggi una parte del terribile piano è attuata.





PREFAZIONE ALLA TRADUZIONE INGLESE




Londra, 2 dicembre 1919.

In questo momento in cui tutta l'Europa Occidentale si occupa dei benefici derivanti dai governi costituzionali e discute da un lato i meriti e dall'altro le iniquità del Massimalismo (Bolscevismo), ritengo di poter presentare con profitto al pubblico la traduzione di un libro stampato a Tsarkoye Sielo in Russia, nell'anno 1905.
Si può vedere una copia del documento originale alla biblioteca del British Museum, sotto il N. 3926 d 17, che porta il bollo di entrata: "10 agosto 1906 British Museum". Quante altre copie di questo libro si trovino per il mondo non sono in grado di dire, giacché sembra, che poco dopo la sua comparsa, nel I905, quasi tutte le copie esistenti siano state comperate simultaneamente ed apparentemente con uno scopo prefisso. Debbo inoltre prevenire i miei lettori, che non devono portare una copia di questa traduzione in Russia, giacché chiunque ivi ne fosse trovato in possesso sarebbe immediatamente fucilato dai Bolscevichi, quale portatore di "propaganda reazionaria".
Il libro fu presentato al popolo russo dal professore Sergyei Nilus. Esso consiste di:
1) Un'introduzione al testo principale, scritta dal Sergyei Nilus nel 1905.
2) Appunti su conferenze fatte a studenti ebrei a parigi nell'anno 1901.
3) Una parte di un epilogo scritto dallo stesso Sergyei Nilus che non ho ritenuto necessario riprodurre totalmente, giacché in gran parte non interesserebbe il pubblico e non riguarda il tema che mi propongo e cioè: il Pericolo Ebraico.
Chiedo ai miei lettori di tener presente, che le conferenze sopra accennale furono fatte nel 1901, e che l'introduzione di Nilus, nonché l'epilogo furono scritti nel 1905.
È impossibile leggere qualsiasi parte di questo volume, oggi, senza esser colpiti dalla nota fortemente profetica che lo domina; non solo per quanto riguarda la ex Santa Russia, ma anche rispetto a talune sinistre evoluzioni che si osservano in tutto il mondo nel momento attuale.
Gentili. - In guardia!






INTRODUZIONE DEL PROF. SERGYEI NILUS (1905)




Mi è stato dato, da un amico personale ora defunto, un manoscritto il quale, con una precisione e chiarezza straordinaria, descrive il piano e lo sviluppo di una sinistra congiura mondiale, che ha il preciso scopo di. determinare lo smembramento inevitabile del mondo non rigenerato [Dal punto di vista ebraico, s'intende. - N. d. t.]. Questo documento venne nelle mie mani circa quattro anni fa (1901) insieme con l'assoluta garanzia che è la traduzione verace di documenti (originali), rubati da una donna ad uno dei capi più potenti, e più altamente iniziati della Massoneria [Massoneria Orientale]. Il furto fu compiuto alla fine di un'assemblea segreta degli "Iniziati" in Francia - paese che è il nido della "cospirazione massonica ebraica".
A coloro che desiderano di vedere e udire oso svelare questo manoscritto col titolo di "Protocolli degli Anziani di Sionne".
Chi esamina questi appunti può, a prima vista, riportarne l'impressione che essi contengano ciò che di solito chiamiamo assiomi; vale a dire delle verità più o meno conosciute, quantunque espresse con un'asprezza ed un sentimento d'odio che di solito non accompagnano le manifestazioni di simili verità. Ribolle fra le righe quell'arrogante e profondo odio di razza e di religione che per lungo tempo è riuscito a nascondersi; ora questo odio gorgoglia, si riversa e sembra che trabocchi da un recipiente colmo di furore e di vendetta, odio pienamente conscio della meta agognata che si avvicina!
Debbo avvertire che il titolo di questo libro non corrisponde esattamente al contenuto. Non si tratta precisamente di verbali di adunanze, ma bensì di. un rapporto, diviso in sezioni non sempre logicamente seguentisi, presentate da un potente personaggio. Il documento dà l'impressione di essere una parte di un complesso minaccioso e di maggiore importanza, del quale manca il principio. L'origine, già menzionata, di questo documento è evidente.
Secondo le profezie dei Santi Padri, le gesta degli Anti-Cristo devono sempre essere una parodia della vita di Cristo, ed essi pure debbono avere il loro Giuda. Ma, ben inteso, dal punto di vista terrestre questo Giuda non raggiungerà il suo scopo; e perciò, - benché di breve durata, - una vittoria completa di questo "Sovrano del mondo" (l'Anti-Cristo) è assicurata. Si comprende che questo accenno alle parole di W. Soloviev non è adoperato qui come prova della loro autorità scientifica. Dal punto di vista escatologico, non è la scienza che lavora, ma bensì il destino che eseguisce la propria parte importante. Soloviev ci fornisce il canovaccio, sarà il manoscritto che eseguirà il ricamo.
Ci si potrà rimproverare la natura apocrifa di questo documento, ma se fosse possibile di provare l'esistenza di questo complotto mondiale per mezzo di lettere e di testimonianze, e di smascherare i capi tenendone i fili sanguinolenti per le mani, i "Misteri dell'iniquità" sarebbero violati. Secondo la tradizione non devono essere smascherati completamente sino al giorno della incarnazione del "Figlio della perdizione" (l'Anticristo). Non possiamo, nell'attuale complicazione di procedimenti delittuosi, sperar di avere prove dirette, ma dobbiamo contentarci della certezza acquistata mediante l'insieme delle circostanze, per cui non rimarrà alcun dubbio nella mente di ogni osservatore cristiano. Ciò che segue dovrebbe esser prova sufficiente per tutti coloro che hanno "orecchi per sentire": è lo scopo che ci siamo prefissi, di spingere tutti a proteggersi a tempo e a tenersi in guardia. La nostra coscienza sarà soddisfatta se, coll'aiuto di Dio, potremo raggiungere il nostro scopo, senza tuttavia suscitare ira contro il popolo accecato d'Israele. Confidiamo che i Gentili non nutriranno sentimenti di odio verso la massa credenzona degli israeliti, inconsapevole del peccato satanico dei suoi capi - gli Scribi e i Farisei - i quali hanno di già una volta dato la prova di essere la distruzione di Israele. Per scansare l'ira di Dio rimane una sola via - l'unione di tutti i cristiani in Nostro Signore Gesù Cristo, il pentimento nostro e degli altri - oppure lo sterminio totale. Ma è questo possibile date le condizioni attuali del mondo non rigenerato? Non è possibile per il mondo, ma lo è ancora per la Russia credente. La condizione politica degli Stati Europei Occidentali e dei loro possedimenti o domini in altri continenti, fu profetizzata dal Principe degli Apostoli. L'umanità che aspira al perfezionamento della sua vita terrestre va in cerca di una realizzazione maggiore dell'idea di potenza, che dovrebbe assicurare il benessere di tutti; e brama un regno di sazietà universale, essendo questo diventato il più alto ideale della vita umana. Essa ha cambiato l'indirizzo dei suoi ideali, dichiarando completamente screditata la Fede Cristiana perché essa non ha giustificato le speranze che si riponevano in essa. L'umanità rovescia i suoi idoli di ieri, ne crea dei nuovi, innalza nuovi Dei sugli altari, erige loro tempî, più lussuosi e magnifici gli uni degli altri; poi li depone e li distrugge nuovamente. Il genere umano ha perduto perfino il concetto del potere dato da Dio ai suoi Eletti e si avvicina sempre più allo stato di anarchia. Fra poco il pernio della bilancia repubblicana e costituzionale sarà consumato; la bilancia crollerà, e crollando trascinerà tutti i Governi nell'abisso dell'anarchia furente.
L'ultima barricata, l'ultimo rifugio del mondo contro l'uragano che viene è la Russia. In essa la vera fede vive ancora e l'Imperatore consacrato rimane il suo protettore sicuro.
Tutti gli sforzi di distruzione dei servi sinistri e palesi dell'Anticristo, tutti gli sforzi dei suoi lavoratori coscienti e incoscienti, sono concentrati contro la Russia. Le ragioni di questo sforzo sono conosciute, l'obiettivo è conosciuto e deve essere conosciuto dalla Russia fedele e credente. Quanto più è minaccioso il momento che si approssima e più spaventevoli sono gli avvenimenti che si avvicinano nascosti nelle dense nubi, tanto più devono battere con coraggio e determinazione sempre maggiore i cuori russi intrepidi ed audaci. Devono coraggiosamente unirsi intorno allo stendardo sacro della loro Chiesa ed al Trono del loro Imperatore. Fintanto che vive l'anima, fintanto che il cuore batte nel petto non deve trovar posto lo spettro mortale della disperazione; tocca a noi con la nostra fede di ottenere la misericordia dell'Onnipotente e di ritardare l'ora della caduta della Russia.








PROTOCOLLO I




Parleremo apertamente, discuteremo il significato di ogni riflessione e, per mezzo di paragoni e deduzioni, arriveremo a dare una spiegazione completa esponendo così il concetto della nostra politica e di quella dei Goys (parola ebraica per definire tutti i Gentili). Si deve anzitutto notare che gl'individui corrotti sono assai più numerosi di coloro che hanno nobili istinti, perciò nel governare il mondo i migliori risultati sono ottenuti colla violenza e l'intimidazione, anziché con le discussioni accademiche. Ogni uomo mira al potere, ognuno vorrebbe essere un dittatore e sono, in vero, assai rari coloro che non sono pronti a sacrificare il benessere altrui pur di raggiungere le proprie finalità. Che cosa ha frenato quelle belve che chiamiamo uomini? Che cosa li ha governati? Nei primordi della civiltà si sono sottomessi alla forza cieca e brutale, poi alla legge la quale - in realtà - è la stessa forza, ma mascherata. Da ciò debbo dedurre che, secondo la legge della natura, il diritto sta nella forza. La libertà politica non è un fatto, ma una idea.

Si deve sapere come applicare questa idea quando necessita, allo scopo di servirsene come di un'esca per attirare la forza della plebe al proprio partito, se detto partito ha deciso di usurpare il potere di un rivale. Il problema viene semplificato, se questo rivale diventa infetto da idee di "libertà" - dal cosiddetto liberalismo - e se per questo ideale cede una parte del suo potere. In queste circostanze trionfa il nostro concetto. Una nuova mano afferra le abbandonate redini del Governo, secondo vuole la legge vitale, perché la forza cieca del popolo non può esistere per un solo giorno senza un Capo che la guidi, ed il nuovo Governo non fa che sostituire il vecchio indebolito dal suo liberalismo.

Oggi giorno la potenza dell'oro ha sopraffatto i regimi liberali. Vi fu un tempo in cui la religione governava. Il concetto della libertà non è realizzabile perché nessuno sa adoperarla con discrezione. Basta dare l'autonomia di governo ad un popolo, per un periodo brevissimo, perché esso diventi una ciurmaglia disorganizzata. Da quel momento stesso cominceranno i dissidi, i quali presto si trasformano in guerre civili, l'incendio si appicca ovunque e gli Stati cessano virtualmente di esistere. Lo stato, sia che si esaurisca in convulsioni interne, sia che la guerra civile lo dia in mano a un nemico esterno - può considerarsi definitivamente e totalmente distrutto e sarà in nostro potere. Il dispotismo capitalista, che è interamente nelle nostre mani, gli tenderà un fuscello al quale lo Stato dovrà inevitabilmente aggrapparsi per evitare di cadere inesorabilmente nell'abisso.

Se qualcuno per motivo di liberalismo asserisce che simili discussioni sono immorali farò una domanda: perché non è immorale per uno Stato che ha due nemici, uno esterno e l'altro interno, il servirsi contro l'uno di mezzi difensivi diversi da quelli che usa contro l'altro, formando cioè piani segreti di difesa, e di attacco di notte o con forze superiori? Dunque, perché dovrebbe essere immorale per lo Stato di servirsi di questi medesimi mezzi contro ciò che rovina le sue fondamenta ed il benessere della sua stessa esistenza? Può una mente sana e logica sperare di governare una massa con successo per mezzo di argomenti e ragionamenti, quando sussiste la possibilità che essi siano contraddetti da altri i quali, anche se assurdi e ridicoli, vengano presentati in guisa attraente a quella parte della plebe, che non è capace di ragionare o di approfondire, guidata come è interamente da piccole passioni e convenzioni, o da teorie sentimentali?

Il grosso della plebe, non iniziata ed ignorante, assieme a coloro che sono sorti e saliti da essa, vengono avviluppati in dissensi di partito, che rendono impossibile qualsiasi accordo anche sulla base di argomenti sani e convincenti. Ogni decisione della massa dipende da una maggioranza casuale o predisposta la quale, nella sua totale ignoranza dei misteri politici, approva risoluzioni assurde, seminando in questo modo i germi dell'anarchia. La politica non ha niente di comune con la morale; un sovrano che si lascia guidare dalla morale non è un accorto politico, conseguentemente non è sicuramente assiso sul trono. Chi vuol regnare deve ricorrere all'astuzia ed all'ipocrisia. L'onestà e la sincerità, grandi qualità umane, diventano vizi in politica. Esse fanno perdere il trono più certamente che non il più acerrimo nemico. Queste qualità devono essere gli attributi delle nazioni Gentili, ma noi non siamo affatto costretti a lasciarci andare da esse. Il nostro diritto sta nella forza. La parola "diritto" rappresenta un'idea astratta senza base alcuna, e significa né più né meno che: "datemi quello che voglio perché io possa dimostrarvi in conseguenza che io son più forte di voi".

Dove principia il diritto e dove termina? In uno Stato dove il potere è male organizzato, ove le leggi e le personalità del regnante sono resi inefficaci dal continuo liberalismo invadente, io mi servo di una nuova forma di attacco usando del diritto della forza per distruggere i canoni e i regolamenti già esistenti, impadronirmi delle leggi, riorganizzare tutte le istituzioni, e diventare così il dittatore di coloro i quali hanno spontaneamente rinunciato al loro potere conferendolo a noi. La nostra forza, nelle attuali traballanti condizioni dell'autorità civile, sarà maggiore di qualsiasi altra, perché sarà invisibile, sino al momento che saremo diventati tanto forti da non temere più nessun attacco per quanto astutamente preparato. Dal male temporaneo, al quale siamo obbligati a ricorrere, emergerà il benefizio in un regime incrollabile che reintegrerà il funzionamento dell'esistenza naturale, distrutto dal liberalismo.

Il fine giustifica i mezzi.

Nel formulare i nostri piani, dobbiamo fare attenzione non tanto a ciò che è buono e morale, quanto a ciò che è necessario e vantaggioso.

Abbiamo davanti un piano dove è tracciata una linea strategica dalla quale non dobbiamo deviare, altrimenti distruggeremo il lavoro di secoli. Per stabilire uno schema d'azione adeguato, dobbiamo tener presente la meschinità, l'incostanza e la mancanza di equilibrio morale della folla, nonché l'incapacità sua di comprendere e di rispettare le condizioni stesse del suo benessere e della sua esistenza. Si deve comprendere, che la forza della folla è cieca e senza acume; che porge ascolto ora a destra ora a sinistra. Se il cieco guida il cieco, ambedue cadranno nella fossa. Conseguentemente quei membri della folla che sono venuti su da essa, non possono, anche essendo degli uomini d'ingegno, guidare le masse senza rovinare la Nazione. Solamente chi è stato educato alla sovranità autocratica può leggere le parole formate con l'alfabeto politico. Il popolo abbandonato a sé stesso, cioè in balìa di individui saliti su dalla plebe, viene rovinato dai dissensi di partito che hanno origine dall'avidità di potere e dalla bramosia di onori, generatrici di agitazioni e disordini.

È forse possibile che le masse possano giungere tranquillamente ed amministrare senza gelosia gli affari di Stato che non devono confondere con i loro interessi personali? Possono le masse organizzare la difesa contro il nemico esterno? Ciò è assolutamente impossibile, perché un piano suddiviso in tante parti quante sono le menti della massa, perde il suo valore e quindi diventa inintelligibile ed ineseguibile. Soltanto un autocrate può concepire piani vasti, assegnando la sua parte a ciascun ente del meccanismo della macchina statale. Quindi concludiamo essere utile per il benessere del paese, che il governo del medesimo sia nelle mani di un solo individuo responsabile. Senza il dispotismo assoluto la civiltà non può esistere, perché la civiltà può essere promossa solamente sotto la protezione del regnante, chiunque egli sia, e non dalla massa.

La folla è barbara, ed agisce barbaramente in ogni occasione. La turba, appena acquista la libertà, rapidamente la trasforma in anarchia, la quale è per sé stessa la massima delle barbarie. Date uno sguardo a quei bruti alcoolizzati ridotti all'imbecillità dalle bevande il cui consumo illimitato è tollerato dalla libertà! Dovremo noi permettere a noi stessi ed ai nostri simili di fare altrettanto? I popoli della Cristianità sono fuorviati dall'alcool; la loro gioventù è resa folle dalle orgie classiche e premature alle quali l'hanno istigata i nostri agenti - e cioè i precettori, i domestici, le istitutrici, gli impiegati, i commessi e via dicendo -; dalle nostre donne nei loro luoghi di divertimento; ed a queste ultime aggiungo anche le cosiddette "Signore della Società" - loro spontanee seguaci nella corruzione e nella lussuria.

Il nostro motto deve essere: "Qualunque mezzo di forza ed ipocrisia!".

In politica vince soltanto la forza schietta, specialmente se essa si nasconde nell'ingegno indispensabile per un uomo di Stato. La violenza deve essere il principio; l'astuzia e l'ipocrisia debbono essere la regola di quei governi che non desiderano di deporre la loro corona ai piedi degli agenti di una potenza nuova. Il male è l'unico mezzo per raggiungere il bene. Pertanto non dobbiamo arrestarci dinanzi alla corruzione, all'inganno e al tradimento, se questi mezzi debbono servire al successo della nostra causa.

In politica dobbiamo saper confiscare le proprietà senza alcuna esitazione, se con ciò possiamo ottenere l'assoggettamento altrui e il potere per noi. Il nostro Stato, seguendo la via della conquista pacifica, ha il diritto di sostituire agli orrori della guerra le esecuzioni, meno appariscenti e più utili, che sono i mezzi necessari per mantenere il terrore, producendo una sottomissione cieca. La severità giusta ed implacabile è il fattore principale della potenza dello Stato. Non solo perché è vantaggioso, ma altresì per dovere e per la vittoria, dobbiamo attenerci al programma della violenza e dell'ipocrisia. I nostri principi sono altrettanto potenti quanto i mezzi coi quali li mettiamo in atto. Questo è il motivo per cui non solo con questi mezzi medesimi ma anche con la severità delle nostre dottrine, trionferemo ed assoggetteremo tutti i Governi al nostro Super-Governo. Basta che si sappia che siamo implacabili per prevenire ogni recalcitranza. Anche nel passato noi fummo i primi a gettare al popolo le parole d'ordine: "Libertà, uguaglianza, fratellanza". Parole così spesso ripetute, da quel tempo in poi, da pappagalli ignoranti accorrenti in folla da ogni dove intorno a quest'insegna. Costoro, ripetendole, tolsero al mondo la prosperità ed all'individuo la vera libertà personale, che prima era stata così bene salvaguardata, impedendo alla plebaglia di soffocarla.

I Gentili sedicenti dotti e gli intelligenti, non percepirono quanto fossero astratte le parole che pronunciavano e non si accorsero che queste parole non solo non si accordavano, ma si contraddicevano addirittura.

Essi non seppero vedere che l'eguaglianza non esiste nella natura, la quale crea calibri diversi e disuguali di mente, carattere e capacità. Così è d'uopo assoggettarsi alle leggi della natura. Questi sapientoni non seppero intuire che la massa è una potenza cieca e che coloro i quali, emergendo da essa, vengono chiamati al governo, sono ugualmente ciechi in fatto di politica; che un uomo destinato a regnare può governare, anche se sia uno sciocco, ma che un uomo il quale non è stato preparato a tale compito, non comprenderebbe nulla di politica anche se fosse un genio. I Gentili hanno messo da parte tutto ciò, mentre è su questa base, che fu fondato il governo dinastico.

Il padre soleva istruire il figlio nel significato e nello svolgimento delle evoluzioni politiche in maniera tale che nessuno, fuorché i membri della dinastia, potesse averne conoscenza e che pertanto nessuno potesse svelarne i segreti al popolo governato. Col tempo il significato dei veri insegnamenti politici, quali erano trasmessi nelle dinastie da una generazione all'altra, andò perduto, e questa perdita contribuì al successo della nostra causa. Il nostro appello di: "libertà, uguaglianza, fratellanza", attirò intiere legioni nelle nostre file dai quattro canti del mondo attraverso i nostri inconsci agenti, e queste legioni portarono i nostri stendardi estaticamente. Nel frattempo queste parole rodevano, come altrettanti vermi, il benessere dei Cristiani e distruggevano la loro pace, la loro costanza, la loro unione, rovinando così le fondamenta degli Stati. Come vedremo in seguito, questa azione determinò il nostro trionfo. Esso ci dette, fra l'altro, la possibilità di giocare l'asso di briscola, vale a dire di ottenere l'abolizione di privilegi; ossia, in altre parole, l'abolizione dell'aristocrazia dei Gentili, la quale era l'unica difesa che le Nazioni ed i paesi possedevano contro di noi. Sopra le rovine di una aristocrazia naturale ed ereditaria, costruimmo un'aristocrazia nostra a base plutocratica. Fondammo questa nuova aristocrazia sulla ricchezza, che noi controllavamo, e sulla scienza promossa dai nostri dotti. Il nostro trionfo fu facilitato dal fatto, che noi, mediante le nostre relazioni con persone che erano indispensabili, abbiamo sempre agito sulla parte suscettibile della mente umana; cioè sfruttando l'avidità di guadagno delle nostre vittime, la loro ingordigia, la loro instabilità, nonché profittando delle esigenze naturali dell'uomo, poiché ognuna di queste debolezze, presa da sé, è capace di distruggere l'iniziativa, ponendo così la potenza volitiva del popolo in balìa di coloro che vorrebbero privarlo di tutto il suo potere di iniziativa. Il significato astratto della parola libertà rese possibile di convincere le turbe che il Governo non è altro che un gerente rappresentante il possessore - vale a dire la Nazione -; e pertanto può essere messo da parte come un paio di guanti usati. Il fatto che i rappresentanti della Nazione possono essere destituiti li diede in nostro potere e fece sì che la loro nomina è praticamente nelle nostre mani.













PROTOCOLLO II




Per il nostro scopo è indispensabile che le guerre non producano modificazioni territoriali. In tal modo, senza alterazioni territoriali, la guerra verrebbe trasferita sopra una base economica. Allora le nazioni dovranno riconoscere la nostra superiorità per l'assistenza che sapremo dare ad esse, e questo stato di cose metterà entrambe le parti alla mercè dei nostri intermediarii internazionali dagli occhi di lince, i quali hanno inoltre mezzi assolutamente illimitati. Allora i nostri diritti internazionali cancelleranno le leggi del mondo e noi governeremo i paesi nello stesso modo che i singoli governi governano i loro sudditi.

Sceglieremo fra il pubblico amministratori che abbiano tendenze servili. Essi non avranno esperienza dell'arte di governare, e perciò saranno facilmente trasformati in altrettante pedine del nostro giuoco; pedine che saranno nelle mani dei nostri astuti ed eruditi consiglieri, specialmente educati fino dall'infanzia nell'arte di governare il mondo. Come già sapete, questi uomini hanno studiato la scienza del governo dai nostri piani politici, dall'esperienza dataci dalla storia e dalla osservazione degli avvenimenti che si susseguono. I Gentili non traggono profitto da costanti osservazioni storiche, ma seguono una routine teorica senza considerare quali possano esserne le conseguenze, quindi non occorre prenderli in considerazione. Lasciamo che si divertano finché l'ora suonerà, oppure lasciamoli vivere nella speranza di nuovi divertimenti, o nel ricordo di godimenti che furono. Lasciamoli nella convinzione che le leggi teoriche, che abbiamo ispirato loro, siano per essi di suprema importanza. Con questa mèta in vista e coll'aiuto della nostra stampa, aumentiamo continuamente la loro cieca fiducia in queste leggi. Le classi istruite dei Gentili si vanteranno della propria erudizione e metteranno in pratica, senza verificarle, le cognizioni ottenute dalla scienza che i nostri agenti scodellarono loro allo scopo prefisso di educarne le menti secondo le nostre direttive. Non crediate che le nostre asserzioni siano parole vane: notate il successo di Darwin, di Marx e di Nietsche, che fu intieramente preparato da noi. L'azione demoralizzatrice di queste scienze sulle menti dei Gentili dovrebbe certamente esserci evidente. Per evitare di commettere errori nella nostra politica e nel nostro lavoro di amministrazione, è per noi essenziale di studiare e di tener presente l'attuale andamento del pensiero, le caratteristiche e le tendenze delle nazioni.

Il successo del nostro piano consiste nella sua adattabilità al temperamento delle nazioni colle quali veniamo a contatto. Esso non può riuscire se la sua applicazione pratica non è basata sull'esperienza del passato, integrata con le osservazioni dell'ora presente. La stampa è una grande forza nelle mani dei presenti Governi, i quali per suo mezzo controllano le menti popolari. La stampa dimostra le pretese vitali della popolazione, ne rende note le lagnanze e talvolta crea lo scontento nella plebe. La realizzazione della libertà di parola nacque nella stampa, ma i governi non seppero usufruire di questa forza ed essa cadde nelle nostre mani. Per mezzo della stampa acquistammo influenza pur rimanendo dietro le quinte. In virtù della stampa accumulammo l'oro: ci costò fiumi di sangue ed il sacrificio di molta gente nostra, ma ogni sacrificio dal lato nostro, vale migliaia di Gentili nel cospetto di Dio.










PROTOCOLLO III




Oggi vi posso assicurare che siamo a pochi passi dalla nostra mèta. Rimane da percorrere ancora una breve distanza e poi il ciclo del Serpente Simbolico - emblema della nostra gente - sarà completo. Quando questo ciclo sarà chiuso, tutti gli Stati Europei vi saranno costretti come da catene infrangibili. La bilancia sociale ora esistente andrà presto in isfacelo, perché noi ne alteriamo continuamente l'equilibrio, allo scopo di logorarla e distruggerne l'efficienza al più presto possibile.

I Gentili credettero che tale bilancia fosse forte e resistente e confidavano di tenerla sempre accuratamente in equilibrio, ma i suoi sostegni, cioè i capi degli Stati, trovano un impedimento nei loro servitori i quali non giovano nulla ad essi, perché sono trascinati dalla loro illimitata forza d'intrigo, causata dai terrori che prevalgono nelle Corti. Il Sovrano, siccome non ha i mezzi per penetrare nel cuore del suo popolo, non può difendersi contro gli intriganti avidi di potere. Dacché noi abbiamo scisso il potere vigile dal potere cieco della popolazione, entrambi hanno perduto il loro significato, perché una volta divisi, sono spersi l'uno e l'altro come un cieco al quale manchi il suo bastone. Per indurre gli amanti del potere a fare cattivo uso dei loro diritti, aizzammo tutte le Potenze, le une contro le altre, incoraggiandone le tendenze liberali verso l'indipendenza. Abbiamo fomentato ogni impresa in questo senso, ponendo così delle armi formidabili nelle mani di tutti i partiti, e abbiamo fatto sì che il potere fosse la mèta di ogni ambizione. I governi li abbiamo trasformati in arene dove si combattono le guerre di partito. Fra poco il disordine ed il fallimento appariranno ovunque. Chiacchieroni irrefrenabili trasformarono le assemblee parlamentari ed amministrative in riunioni di controversia. Giornalisti audaci, e sfacciati scrittori di opuscoli, attaccano continuamente i poteri amministrativi. L'abuso del potere preparerà definitivamente il crollo di tutte le istituzioni e tutto cadrà sotto i colpi della popolazione inferocita. Il popolo è assoggettato nella miseria dal sudore della sua fronte in un modo assai più formidabile che non dalle leggi della schiavitù. Da quest'ultima i popoli poterono affrancarsi in un modo o in un altro, mentre nulla li potrà liberare dalla tirannide della completa indigenza. Ponemmo cura di inserire nelle costituzioni molti diritti che per le masse sono puramente fittizi. Tutti i cosidetti "diritti del popolo" possono esistere solo in teorie le quali non sono praticamente applicabili. Qual vantaggio deriva ad un operaio del proletariato, curvato dalle sue dure fatiche ed oppresso dal destino, dal fatto che un ciarlone ottiene il diritto di parlare, od un giornalista quello di stampare qualsiasi sciocchezza? A che giova una costituzione al proletariato, se da essa non riceve altro benefizio che le briciole che gli gettiamo dalla nostra tavola quale ricompensa perché dia i suoi voti ai nostri agenti? I diritti repubblicani sono un'ironia per il povero, perché la dura necessità del lavoro quotidiano gli impedisce di ricavare qualsiasi beneficio da diritti di tal genere e non fa che togliergli la garanzia di uno stipendio fisso e continuo rendendolo schiavo degli scioperi, di chi gli dà lavoro e dei suoi compagni. Sotto i nostri auspici la plebe ha completamente distrutto l'aristocrazia, la quale sempre la sovvenne e la custodì per il vantaggio proprio, che era inseparabile dal benessere della popolazione. Oggi giorno il popolo, avendo distrutto i privilegi dell'aristocrazia, è caduto sotto il giogo di furbi sfruttatori e di gente venuta su dal nulla. Noi abbiamo l'intenzione di assumere l'aspetto di liberatori dell'operaio, venuti per affrancarlo da ciò che lo opprime, quando gli suggeriremo di unirsi alla fila dei nostri eserciti di socialisti, anarchici e comunisti. Sosteniamo i comunisti, fingendo di amarli giusta i principii di fratellanza e dell'interesse generale dell'umanità, promosso dalla nostra massoneria socialista. L'aristocrazia, la quale - per diritto - spartiva il guadagno delle classi operaie, si interessava perché queste classi fossero ben nutrite, sane e robuste. Il nostro scopo è invece l'opposto, vale a dire che ci interessiamo alla degenerazione dei Gentili. La nostra forza consiste nel tenere continuamente l'operaio in uno stato di penuria ed impotenza, perché, così facendo, lo teniamo assoggettato alla nostra volontà e, nel proprio ambiente, egli non troverà mai la forza e l'energia di insorgere contro di noi. La fame conferirà al Capitalismo dei diritti sul lavoratore infinitamente più potenti di quelli che il legittimo potere del Sovrano potesse conferire alla aristocrazia.

Noi governiamo le masse mediante i sentimenti di gelosia ed odio fomentati dall'oppressione e dalla miseria. Ed è facendo uso di questi sentimenti che togliamo di mezzo tutti coloro che ci ostacolano.

Quando verrà il giorno dell'incoronazione del nostro Sovrano Mondiale, provvederemo con questi stessi mezzi, e cioè servendoci della plebe, a distruggere tutto ciò che potrebbe ostacolare il nostro cammino. I Gentili non sono più capaci di ragionare in materia di scienza, senza il nostro aiuto. Per questo motivo essi non comprendono la necessità vitale di certe condizioni, che noi ci facciamo un dovere di tener nascoste sino al momento in cui giungerà la nostra ora; specialmente, che nelle scuole si dovrebbe insegnare la sola vera e più importante di tutte le scienze, e cioè la scienza della vita dell'uomo e delle condizioni sociali, le quali richiedono entrambe la spartizione del lavoro e conseguentemente la classificazione degli individui in caste e classi.

È indispensabile che tutti sappiamo che la vera eguaglianza non può esistere, data la natura diversa delle varie qualità di lavoro; e che pertanto coloro i quali agiscono a detrimento di tutta una casta incorrono in una responsabilità ben diversa, davanti alla legge, di quelli che commettono un delitto nocivo soltanto al loro onore personale.

La vera scienza delle condizioni sociali, ai segreti della quale non ammettiamo i Gentili, convincerebbe il mondo che il lavoro e gli impieghi si dovrebbero assegnare a caste ben distinte, allo scopo di evitare insofferenze umane derivanti da una educazione non corrispondente al lavoro che gli individui sono chiamati ad eseguire. Se essi studiassero questa scienza, il popolo si sottometterebbe volontariamente ai poteri governativi e alle caste di governo classificate da essi.

Date le condizioni attuali della scienza, che segue una linea tracciata da noi, la plebe, nella sua ignoranza, crede ciecamente nelle parole stampate e nelle illusioni erronee opportunamente ispirate da noi, ed odia tutte le classi che crede più elevate della sua. Ciò perché essa non comprende l'importanza di ogni singola casta. Questo odio diventerà ancora più acuto quando si tratterrà di crisi economiche, perché allora arresterà i mercati e la produzione. Determineremo una crisi economica universale con tutti i mezzi clandestini possibili coll'aiuto dell'oro, che è tutto nelle nostre mani. In pari tempo getteremo sul lastrico folle enormi di operai, in tutta l'Europa. Allora queste masse si getteranno con gioia su coloro dei quali, nella loro ignoranza, sono stati gelosi sin dall'infanzia, ne saccheggeranno gli averi e ne verseranno il sangue. A noi non recheranno danno, perché il momento dell'attacco ci sarà ben noto, e prenderemo le misure necessarie per proteggere i nostri interessi. Siamo riusciti a persuadere i Gentili che il liberalismo avrebbe dato loro il regno della ragione. Il nostro dispotismo sarà di questa specie perché avrà il potere di sopprimere le ribellioni e di sradicare con giusta severità ogni idea liberale dalle istituzioni.

Quando la plebe si avvide che in nome della libertà le venivano concessi diritti di ogni genere, si immaginò di essere la padrona e tentò di assumere il potere. Naturalmente s'imbatté come un cieco qualsiasi, in ostacoli innumerevoli. Allora, non volendo tornare al regime di prima, depose il suo potere ai nostri piedi.

Ricordatevi della rivoluzione francese, che chiamiamo la Grande Rivoluzione: ebbene, tutti i segreti della sua preparazione organica ci sono ben noti, essendo lavoro delle nostre mani. Da allora in poi abbiamo fatto subire alle nazioni una delusione dopo l'altra, cosicché esse dovranno perfino rinnegarci, in favore del Re Despota, uscito dal sangue di Sionne, che stiamo preparando al mondo.

Nel momento attuale noi come forza internazionale siamo invulnerabili, perché quando siamo assaliti da uno dei governi dei Gentili, altri ci sostengono. Nella loro immensa bassezza, i popoli Cristiani aiutano la nostra indipendenza. Ciò fanno quando si prosternano davanti alla forza; quando sono senza pietà per i deboli; crudeli per le colpe e indulgenti per i delitti; quando si rifiutano di ammettere le contraddizioni della libertà; quando sono pazienti fino al martirio nel sopportare la violenza di una tirannia audace.

Essi tollerano da parte dei loro attuali dittatori, Presidenti dei Consigli e Ministri, degli abusi per il più piccolo dei quali avrebbero ucciso cento re. Come si spiega questo stato di cose? Perché le masse sono tanto illogiche nel farsi un concetto degli avvenimenti? La ragione è che i despoti persuadono il popolo, per mezzo dei loro agenti, che l'abuso del potere con evidente danno allo Stato è compiuto per uno scopo elevato, vale a dire per ottenere la prosperità della popolazione e per l'amore della fratellanza internazionale, dell'unione e dell'eguaglianza. Si capisce che questi agenti non dicono al popolo, che tale unificazione può essere ottenuta soltanto sotto il nostro dominio; di modo che vediamo la popolazione condannare gl'innocenti ed assolvere i colpevoli, convinta che potrà sempre fare ciò che le pare e piace. La plebe, data questa sua condizione mentale, distrugge tutto ciò che è stabile e crea lo scompiglio ovunque. La parola "libertà" porta la società a lottare contro tutte le potenze, persino contro le potenze della Natura e di Dio. Questo è il motivo per cui, quando noi arriveremo al potere, dovremo cancellare la parola "libertà" dal dizionario umano, essendo essa il simbolo della forza bestiale che trasforma le popolazioni in belve assetate di sangue. Occorre però tener presente che queste belve si addormentano appena saziate di sangue e che in quel momento è facile affascinarle e ridurle in ischiavitù. Se non si procura ad esse del sangue, non si addormenteranno ma lotteranno fra di loro.















è semplice: TUTTI I FINTI CITTADINI SIRIANI TROVATI, GLI JIHADISTI? INTERNAZIONALE ISLAMICA? DEVONO ESSERE FUCILATI: POI SPAREMO IN TESTA AD ERDOGAN E SALMAN CHE LI HANNO MANDATI!! L'agenzia governativa Sana cita una fonte del ministero degli Esteri secondo la quale "la Siria accetta la cessazione delle ostilità" a condizione di potere "proseguire gli sforzi militari anti-terrorismo contro l'Isis, il Fronte al Nusra e le altre organizzazioni terroristiche ad essi legate e legate ad Al Qaida, in linea con la dichiarazione russo-americana".




dalla fondazione della criminale SpA Rothschild della BANCA di INGHILTERRA (ct: 1600 dC ) alto tradimento, il disastro che il sistema massonico Talmud Kabbalah hanno fatto contro la semantica, e contro il concetto di virtù, è qualcosa di compatibile con la "BIBBIA di SATANA!" ] [ Riflette in proposito lo scrittore Meir Shalev: questa legge e l’affermarsi dell’oltranzismo dei coloni sono “l’espressione più aggressiva e militante di un filone ideologico che può essere fatto risalire, per l’appunto, al revisionismo sionista di Jabotinsky: un mix di messianesimo e di ultranazionalismo, dove il centro è Eretz Israel (la sacra Terra d’Israele) ] come scrittore Meir Shalev LUI PUò PARAGONARE LE CONQUISTE OCCIDENTALI, DI CUI GLI EBREI SONO STATI ARTEFICI DI CIVILTà EBRAICO-CRISTIANA, associato tutto così, in modo assurdo, alla ESPERIENZA DELLA LEGA ARABA? [ e ciò che conta, sopra ogni altra cosa, è la legge della Torah e non quella dello Stato ] NO! LA TORAH è PER LA COSCIENZA RELIGIOSA della morale INDIVIDUALE, MENTRE, L'ETICA è PER LO STATO LAICO, ANCHE IN UNA TEoCRAZIA POLITICA: che, non porta in se la vulnerabilità del relativismo. ] [[ ovviamente: QUESTE CALUNNIE NON POSSONO ESSERE DIMOSTRATE! anche perché, noi non stiamo facendo una società teocratica, sulla rappresentazione, schizofrenica, di certi rabbini, che non spingono l'interruttore della luce, in giorno di sabato! ]] [ Ora, la destra ha operato la quadratura del cerchio: la Torah che si fa Stato. Ciò che dovrebbe destare allarme è l’arroganza culturale di questa destra, la sua idea che deve esistere comunque e sempre un ‘nemico’, o comunque un altro da sé, contro cui esercitare la forza, militare o politica” ]] mi DISPIACE CHE, IDEOLOGIE COMUNISTICHE, RELATIVISTE, EdONISTICHE, PORNOCRATICHE, ANARCHICHE, NON AVENDO UN PROGETTO CULTURALE ALTERNATIVO (perché è nella loro genetica maligna, il non poter avere un progetto culturale), LORO POSSANO SOLTANTO VOMITARE CALUNNIE, IN MALA FEDE, non supportate da fatti concreti, quindi, loro agitano soltanto fantasmi, di un futuro di civiltà, e diritti umani, che, loro non possono nemmeno immaginare, dato che, oggi i ricchi hanno tutto, e i poveri di fatto non hanno niente: perché, i poveri non hanno le potenzialità per far rispettare i propri diritti, che, si, sono soltanto sulla carta per loro: perché, oggi lo Stato è uno stato SpA massonico ed usurocratico: l'aguzzino dei cittadini!

lorenzoAllah Mahdì Palestina




Livni è un IGNORANTE, CHE, LEI NON SA QUELLO CHE DICE! SIONISTA, VIENE DA SION CHE è GERUSALEMME, E GERUSALEMME è IL TRONO DEL RE DAVIDE, ED è IL TRONO DEL SUO DIO JHWH! QUINDI, SENZA TEOCRAZIA NON PUò ESISTERE IL SIONISMO! Nelle elezioni di primavera, afferma Livni, “dovremo scegliere se Israele vuole essere uno Stato sionista, o uno Stato estremista” LE SUE CALUNNIE NON TROVANO UN RISCONTRO POLITICO, IN QUELLO CHE, è STATA LA AMMINISTRAZIONE ATTUALE DI ISRAELE SOTTO IL GOVERNO Netanyahu, PERCHé, SE LE SUE CALUNNIE FOSSERO VERE? LEI NON SI POTREBBE NEANCHE LAMENTARE, E NEANCHE POTREBBERO ESISTERE I DIRITTI CIVILI, E NEANCHE POTREBBE ESISTERE UNA OPPOSIZIONE!! Le elezioni anticipate, insiste la leader del partito centrista Hatnua, serviranno a rimpiazzare un governo fatto di “estremismo, volontà di provocazione e paranoia”. Un governo, aggiunge Livni, che non sa combattere il terrorismo sostenendo al tempo stesso “sionismo e libertà”. Netanyahu mette “parti di Israele l’una contro l’altra”. NO, LORO SONO I PERDENTI, DI UNO SCONTRO POLITICO, E SI DEDICANO ALLA CALUNNIA: perché non hanno un progetto culturale alternativo, infatti, LORO SONO IL RELATIVISMO E NON POSSONO AVERE UN IMPIaNTO culturale AL DI FUORI delle menzogne DARWIN GENDER CHE PORTAno tutte a SODOMA!

lorenzoAllah Mahdì Palestina




+Moshe Cohen ] [ Zahava Gal On, la presidente del Meretz (sinistra sionista). LUI NON CREDE A QUELLO CHE DICE, PERCHé, IN QUESTO MOMENTO, LUI STA FACENDO UNA CAMPAGNA ELETTORARE ED ATTrAVERSO, IL TERRORISMO PSICOLOGICO LUI VUOLE CATTURARE GLI ELETTORI! [Eretz Israel o Medinat Israel] Certo, Netanyahu sa che a sinistra non ha rivali all’altezza e che il centro è diviso non tanto sui programmi quanto sulla leadership. Ma questi calcoli appartengono alla dimensione tattica della politica. In questo caso lo scontro investe come mai in passato la sfera dell’ideologia, del senso di sé, della “missione” di un popolo. “A questa destra fanatica e irresponsabile [( NO, SOLTANTO L'ISLAM SHARIA, è DOGMATICO RELIGIOSO, SENZA DIRITTI UMANI, UN GENOCIDIO NAZISTA LEGALIZZATO DA ONU, CONTRO, TUTTI I POPOLI DEL MONDO)] non basta aver creato un regime di apartheid nei Territori occupati (IN NESSUNA PARTE DEL MONDO, GLI ISLAMICI SALAFITI WAHHABITI POSSONO VIVERE PACIFICAMENTE CON QUALCUNO), ora ha deciso di spingersi, se era possibile, oltre, con una proposta di legge [( IL REGNO DI ISRAELE SONO IO: lorenzoJHWH, a Netanyahu non sarebbe venuto in testa questa proposta di legge, se lui non leggeva i miei articoli )] che rappresenta un vero e proprio crimine contro la democrazia israeliana [(NO IO SONO LO STATO LAICO SU FONDAMENTO TEOCRATICO, PERCHé NESSUNA AUTORITà POLITICA PUò ESSERE LEGITTIMA SE NON è TEOCRATICA: infatti, NEL RELATIVISMO di SpA FMI, gli USURAI FARISEI CRAPULANO! )]. Siamo al fanatismo che si fa Stato”, dice Zahava Gal On, la presidente del Meretz (sinistra sionista).

lorenzoAllah Mahdì Palestina




+Moshe Cohen https://www.youtube.com/channel/UC-WtSqU4DPnCpyDxVRXWFJw +Moshe Cohen ] ho scritto circa 50 articoli ogni giorno, anche di domenica, in questi ultimi 7anni, ed, io ho sempre detto la verità, perché, questa è una mia esperienza di fede: nel Regno di Dio che coincide con il regno di Israele, tutto attraverso, una visione, unicamente politica, laica razionale della: 1. legge naturale e della 2. legge universale, e politica! lorenzoJHWH è il messia ebreo; lorenzoALLAH è il Mahdì; humanumGENUS è una entità metafisica di strutture razionale agnostica; Unius REI è il governatore universale di tutti i popoli del pianeta! non esiste conflitto o contraddizione tra queste figure politiche, e tra nessuno dei miei articoli, per questo io sono un politico del Regno di Dio, quindi anche la mia parola è legge!

I wrote about 50 articles each day, even on Sundays, in the last 7 years, and I've always told the truth, because this is my experience of faith: the Kingdom of God, which coincides with the kingdom of Israel, all through , a vision, only political, rational secular of: 1. natural law, and 2. universal law, and politics universal! lorenzojhwh is the jew messiah; lorenzoALLAH is the Mahdi; humanumgenus is a metaphysical entity of rational structures agnostic; Unius REI is the universal Governor of all peoples of the planet! there is no conflict or contradiction between these political figures, and among any of my articles, so I'm a politician of the Kingdom of God, so also my word is law!

lorenzoAllah Mahdì Palestina




+Moshe Cohen ] [ KINGDOM UNIVERSAL REI in ISRAEL1 mese fa google ha chiuso questo bellissimo canale perché in opposizione a youtube non consente più canali youtube nello stesso account, eppure blogger concente più blog nello stesso account! Questo account è stato chiuso a causa di continue violazioni delle norme di Google. https://www.youtube.com/channel/UC72EiuEagyzKc5VZdmFsKag




BOIA DI UN COGLIONE BOIA di Abd al-Fattah al-Sisi, SHARIA NAZISTA Presidente dell'Egitto, è per gli stessi tuoi delitti islamici, che noi abbiamo condannato i fratelli musulmani! MA QUESTA è LA VERITà: TU HAI RICOPERTO I LORO DELITTI ISLAMICI ALLA PERFEZIONE.

ShalomGerusalemme




come quel vigliacco traditore di ISRAELE, VENDUTO BOIA Abd al-Fattah al-Sisi, Presidente dell'Egitto, è andato in Arabia SAUDITA a vendere alla macelleria il suo popolo! How romance across Egypt’s religious divide forces women and Christians to pay a high price: Feb. 22, 2016, A street in a neighbouhood of Tamia, Egypt, where the tragic 'romance' took place World Watch Monitor. Not for the first time in Egypt, a romance between a Muslim divorcee and a Copt eventually ended in tragedy late last year, when the woman, who had 'converted' to Christianity, was killed by members of her family. Many parts of the story seem inexplicable: how a romance between a Muslim woman and a Christian man could end in marriage in a country where Sharia makes this legally impossible; and how a mother could pay with her life for being with a Christian, while her killers remain at large. There appears to be a pattern of collective punishment, favouring the strong against the weak. It’s a sectarian twist to a notoriously familiar ‘honour-killing’ scenario plaguing many Islamic cultures. It all began in 2013, when a romance started between Marwa Mohamed, 26, and her Coptic neighbour, Karim Eid, 27, in the town of Tamia, 87 km southwest of Cairo. The Muslim mother of two (Sahar, eight, and Omar, six), used to frequent a nearby Christian jeweller’s shop where Eid was working. “The frequent visits by Marwa to meet Karim at the shop gave reason for Karim’s employer to dismiss him,” explained George Fahmi, a relative of Eid and a resident of their home town of Tamia. “During the summer of 2013, the couple made it secretly out of Tamia to Alexandria [280 km away].” Marwa’s desperate family tried unsuccessfully to locate her. Their attempts included storming the local St. George church and the priest’s home, according to Fahmi. Unable to bear the shame of his daughter’s elopement with a Christian, Marwa’s father, together with her mother and siblings, left Tamia for Cairo, where he earned a meagre living as a concierge. During this time, according to Fahmi, Mohamed converted to Christianity (a 'conversion' not backed by official papers), and lived with Eid in Alexandria for nearly 30 months, during which time she became pregnant and they had the baby aborted.

‘Honour’ killing with religion twist. On 6 November last year, Eid took Marwa back to see his family in Tamia. Sahar, Marwa’s daughter from her previous husband is said to have spotted her mother. Eid might have thought Marwa’s now quite changed appearance, with Western clothes and without a headscarf, would mask her identity. Word spread quickly, and as male guardians of the family’s honour – in absence of her father in Cairo – Marwa’s cousins took it upon themselves to storm Eid’s home, where they assaulted his mother and forcibly took Marwa away to her parents in the capital. Eid was not in at the time. Another uncomfortable fact is that Eid then escaped for his life. For, following constant taunting by the community, the incensed relatives retrieved Marwa from her parents’ Cairo home back to Tamia, where she was killed.

“Marwa stayed in hiding with us for 10 days until her uncle and his two sons found her in my house,” recalled Ahmed Mohamed, Marwa’s father. “They took us all back to Tamia, where they abused us. Early on Wednesday, 18 November, they killed her in front of me, and her mother and sister.” Marwa stayed in hiding with us for 10 days until her uncle and his two sons found her.. Early on Wednesday, 18 November, they killed her in front of me, and her mother and sister. Marwa’s younger sister was made to slit her older sister throat, “as a way to deter her from following in her footsteps”, Egyptian media quoted sources as saying. Another version of the story said, however, that Marwa was strangled. After the body was dumped near a cemetery, Marwa’s parents reported her uncle and their nephews to the police for murdering their daughter. But these men are still at large and no charges have been filed against them. (Egyptian courts are known to look with leniency upon perpetrators of ‘honour’ killings, especially when a convert is involved.)

Community ‘justice’

A conciliatory meeting was convened between the Muslim woman’s clan and Eid’s family. In the presence of the local priest and under the auspices of high-ranking security officials, “it was agreed that the Christian family would sell their homes and leave the town for good, and never set foot therein”, sources told Egyptian media. Ten days were given for Eid’s immediate family to relocate from their hometown, in order to “avert a sectarian incident”.

“Whenever one party is a Christian, such extrajudicial measures are resorted to,” said human rights activist Adel Shafiq. “Christian families are forced to relocate. The weaker side bears the brunt.” Read more: Egypt -- A timeline of ‘forced relocations’ of Copts. “In scores of incidents, Christian properties were attacked. Often Copts, related to the incident merely by religious association, have been victimised. Offenders are seldom brought to justice,” added Mina Milad, a lawyer and member of the Egyptian Union of Human Rights Organisation.

“When the romance is the other way round, i.e. a Christian woman converting to Islam for the sake of a Muslim lover, or to escape family pressures, the state deals with it very differently. In this case, the conversion is made legal and paperwork is expedited, even in cases of underage girls,” journalist Nader Shokri wrote on the website, Copts United. Apparently ISIS is a mentality which puts the knife to the neck of this country While these issues are not new, one Muslim journalist bemoaned the trend. “Apparently ISIS is a mentality which puts the knife to the neck of this country,” said Ali Aweiss, suggesting many ordinary Muslims might think or behave in ways not so different from the jihadist movement whose theologically-justified atrocities have made headlines around the world.“Two lines into the heart-wrenching story of Marwa, one reads right next to it, ‘German family openly convert to Islam’… with a picture showing a man, his wife and two children, mother and daughter clad almost totally in black,” added Aweiss, writing for the Egyptian news site, Misr Times.

“I wonder, would this [German] family be equally hunted down by their relatives and their whole community back home for having departed from their religion of birth?”

KINGDOM UNIVERSAL REI in ISRAEL




NON appena metto in ordine i miei blogspot? se Dio vuole? io esco da internet! ] [ COSì dimostriamo: ai cadaveri cancerogeni; di quei superstiziosi: sodomiti, evoluzionisti islamici: Darwin GEnder sharia culto talmud: JabullOn è Allah Akbar, e ai loro sacerdoti di satana Bush Rothschild BILDENBERG: che sono nella "teschio con le ossa" a fare sempre le cose sporche e ripugnanti: con la MERKEL Anticristo, tutta la MAFIA SPA BANCHE CENTRALI, come il mio potere politico universale non dipende da internet, o dai siti! [ NON appena metto in ordine i miei blogspot? se Dio vuole esco da internet!




Moshe Cohen https://www.youtube.com/channel/UC-WtSqU4DPnCpyDxVRXWFJw

You are a messianic Jew? Why?

ShalomGerusalemme

+Moshe Cohen NO. I'm the only jew messiah of the history of mankind because I will also gather in Saudi Arabia all Jews in the world!




SE poi, noi dobbiamo riconoscere giuridicamente la LEGA ARABA sharia senza reciprocità, poi, noi dobbiamo dichiarare che il genocidio è uno strumento legittimo per il diritto internazionale!




è MOLTO GRAVE CHE LA TURCHIA, DOPO AVERE INVASO DI TERRORISTI LA SIRIA E L'IRAQ, PER ESSERE STATA LA RESPONSABILE POLITICA DI OGNI GENOCIDIO E PULIZIA ETNICA REALIZZATO IN QUESTE NAZIONI ORA PRETENDE, IN QUESTE NAZIONI, DI ENTRARE CON L'ESERCITO E DI BOMBARDARE CHI VUOLE. I TURCHI DEVONO ESSERE RESPINTI, LA SOVRANITà DI QUESTE NAZIONI DEVE ESSERE RISPETTATA! ho sentito questa notizia al TG, e come Europa possa pensare di associarsi ai delitti nazisti della TuRchia questo è qualcosa che mette i brividi! MA LA MINACCIA TURCA DEVE ESSERE AFFRONTATA ADEGUATAMENTE!

ShalomGerusalemme




IO SONO UN SIONISTA BIBLICO ORGOGLIOSO! 1. PERCHé ESSERE SIONISTA è L'UNICA POSSIBILITà PER NON PORTARE A SATANA SPA FMI NWO, TUTTO IL GENERE UMANO! E 2. PERCHé, OGNI POPOLO DEVE AVERE LA SUA PATRIA: ECCO PERCHé, LA LEGA ARABA NON ESISTE, PERCHé LA LEGA ARABA COME UN PARASSITA ASSASSINO SERIALE, SI è INNESTATA CON IL SUO NAZISMO SHARIA, SUL GENOCIDIO che ha fatto a spese di tutti i POPOLI PRECEDENTI! Tre israeliani sono stati accoltellati a Raanana, una cittadina a nord di Tel Aviv. Lo dice la polizia secondo cui l'aggressore, un palestinese, è stato catturato. Delle vittime una sarebbe in gravi condizioni.

ERDOGAN TAKFIR SALMAN ] voi non avete le palle atomiche, per venire in Siria e Iraq, ed io credo che, io vi dovrò attendere inutilmente, perché voi siete due codardi!

ShalomGerusalemme




la LEGA ARABA A GUIDA SALAFITA SAUDITA WAHHABITA, prima di essere messi sotto inchiesta: DA QUALCUNO DI NOME UNIUS REI, per il loro NAZISMO SHARIA, LORO HANNO DECISO di GIOCARE DI ANTICIPO, ED HANNO DECISO COSì DI SCATENARE LA TERZA GUERRA MONDIALE PREVENTIVA: PER ROVINARE TUTTI I POPOLI DEL MONDO! Pavel Krasheninnikov, un parlamentare della Duma, ha mandato un messaggio forte e chiaro all'Arabia Saudita: "Qualunque operazione militare di terra in Siria senza il consenso di Damasco, sarà considerata una dichiarazione di guerra". Ma a fare veramente paura sono le parole del primo ministro russo, Dmitry Medvedev, al giornale tedesco Handelsblatt, commentando le esercitazioni programmate dall'Arabia Saudita: "tutte le parti devono obbligarsi a sedere al tavolo dei negoziati, invece discatenare un'altra guerra sulla Terra. Qualunque tipo di operazioni di terra — è una regola — porta ad una guerra permanente. Guardate cosa è successo in Afghanistan e in molte altre zone. E non sto nemmeno a parlarvi della povera Libia. Gli americani e i nostri partner arabi devono pensarci bene: vogliono davvero una guerra permanente? Pensano sul serio che potrebbero vincerla rapidamente? È impossibile, specialmente nel mondo arabo, dove tutti combattono contro tutti": http://it.sputniknews.com/mondo/20160222/2149294/putin-terza-guerra-mondiale-arabia-saudita-invasione-in-siria.html#ixzz40vei6FVp

ShalomGerusalemme




questa dichiarazione di Al-Assiri afferma che, Assad ha pagato: la galassia sunnita, ed ISIS per ucciderlo! Mentre tutti sappiamo quello che Erdogan ha fatto e sta facendo per tutti loro! QUALCUNO MI DEVE SPIEGARE COME POTREBBE, mai PIù ESISTERE UNA QUESTIONE MORALE all'interno della NATO ADESSO: SU QUESTA MENZOGNERA E PLATEATE AFFERMAZIONE criminale? Quindi ora, adesso: TERMINA LA VERGOGNOSA ESPERIENZA DI QUESTI SATANISTI FARISEI MASSONI Bildenber Spa FED, FMI PER SEMPRE! Al-Assiri ha anche aggiunto che se l'Iran vuole unirsi alla coalizione per combattere l'Isis, deve prima "smettere di finanziare i terroristi in Iraq, nello Yemen e in Siria" (ma ci sono prove governative che a finanziare l'Isis siano stati proprio gli alleati USA come l'Arabia Saudita): http://it.sputniknews.com/mondo/20160222/2149294/putin-terza-guerra-mondiale-arabia-saudita-invasione-in-siria.html#ixzz40vd8TA7B

ShalomGerusalemme




22.02.2016. Putin non ci sta alla aggressione Sunnita di Siria e IRAQ. ed è pronto ad usare missili a testata termo nucleare. quindi, La guerra in Siria potrebbe presto degenerare nella terza guerra mondiale. Le grandi potenze, questa volta, stanno seriamente scaldando i motori: l’Arabia Saudita e i suoi alleati stanno per invadere la Siria. Scatenando un conflitto di portata inimmaginabile: http://it.sputniknews.com/mondo/20160222/2149294/putin-terza-guerra-mondiale-arabia-saudita-invasione-in-siria.html#ixzz40vcTl8ll

ShalomGerusalemme




REALLY? ALLORA, TU OBAMA SARAI IL VERO RESPONSABILE PER OGNI VIOLAZIONE DELLA SOVRANITà SIRIANA ED IRACHENA! Usa e Russia hanno annunciato in una dichiarazione congiunta di aver raggiunto un accordo per proporre un cessate il fuoco in Siria a partire dalla mezzanotte di sabato 27 febbraio, ora di Damasco. La tregua esclude gli attacchi all'Isis, a Jabhat al-Nusra, l'affiliata locale di Al Qaida, e ad "altre organizzazioni terroristiche designate dal Consiglio di sicurezza dell'Onu". Inoltre, Usa e Russia prevedono di condividere informazioni sul rispetto del cessate il fuoco.

ShalomGerusalemme




AL-SISSI TU SEI un vigliacco BASTARDO, un TRADITORE: tu sei degno del tuo falso profeta! Egitto sharia si è trasformato in un incubo nazista, una minaccia mortale per ISRAELE! ISLAMICI SONO DIVENTATI UNA MINACCIA PER IL GENERE UMANO! http://www.ladige.it/news/mondo/2016/02/14/egitto-poliziotto-assolto-luccisione-shaimaa

Video Shows Police Shot Shaimaa al-Sabbagh. ISLAMICI SHARIA MANIACI RELIGIOSI SONO FAZIOSI E NON POSSONO AMMINISTRARE LA GIUSTIZIA. Egitto, poliziotto assolto. per l'uccisione di Shaimaa Dom, 14/02/2016 - Mentre si cercala verità sulla barbara uccisione del ricercatore universitario italiano Giulio Regeni, torturato e ucciso in Egitto, arriva la notizia dell'annullamento della condanna a 15 anni di reclusione inflitta a un agente di polizia riconosciuto colpevole della morte di Shaimaa El-Sabbagh, l'attivista di sinistra del partito socialista uccisa l'anno scorso durante un pacifico corte al Cairo e divenuta un'icona della repressione delle manifestazioni in Egitto. La sentenza è stata annullata dalla Corte di Cassazione che ha ordinato un nuovo processo presso un altro tribunale. L'agente, Yassin Mohamed Hatem Salah Eddine, condannato nel giugno scorso, ha presentato ricorso vincendolo nel secondo grado di giudizio dell'ordinamento egiziano (la Cassazione).

Sabbagh, 32 anni, madre di un bimbo, dirigente locale del Partito dell'alleanza popolare socialista, secondo l'autorità di medicina legale era morta per proiettili di gomma sparati da otto metri di distanza che l'avevano raggiunta alla schiena procurandole un'emorragia interna, lesioni cardiache e polmonari. I colpi erano stati esplosi per disperdere un piccolo corteo formatosi nel centro del Cairo alla vigilia del 25 gennaio, l'anniversario della caduta del regime di Hosni Mubarak. L'immagine della ragazza sanguinante fra le braccia di un compagno che la sorregge stringendola alla vita era divenuta virale sui media l'anno scorso.

Il presidente egiziano Abdel Fattah al Sisi aveva mostrato di aver preso a cuore il caso di Sabbagh: "E' una figlia dell'Egitto e tutti i figli dell'Egitto sono miei figli", disse Sisi formulando le proprie "condoglianze alla sua famiglia e a tutti gli egiziani che soffrono per la sua morte". La sua morte aveva messo in evidenza che la draconiana legge egiziana che limita il diritto a manifestare non colpisce solo i Fratelli musulmani dichiarati terroristi ma di fatto anche altre formazioni legittime. http://www.ladige.it/sites/www.ladige.it/files/styles/798x457/public/Shaimaa-al-Sabbagh2.jpg?itok=z1SzYbtO

ShalomGerusalemme




TURCHIA E LEGA ARABA, SE FARANNO QUESTA AGGRESSIONE: DI TRUPPE IN SIRIA, LORO PERDERANNO LA PROTEZIONE DELLA NATO, CIRCA RITORSIONI E BOMBARDAMENTI SUL LORO TERRITORIO! ED è UNA VERGOGNA PER L'EGITTO, DI PARTECIPARE ALLA AGGRESSIONE CONTRO LA RUSSIA, DOPO CHE ERDOGAN HA CERCATO DI FAR SCOPPIARE LA GUERRA CIVILE UTILIZZANDO I FRATELLI MUSULMANI! ECCO PERCHé L'ITALIANO Giulio Regeni è STATO UCCISO DAI SAUDITI!

ShalomGerusalemme




DUBITO CHE CI SIA UN SOLO COGLIONE, IN TUTTO IL MONDO CHE POSSA RITENERE: LEALE SINCERA E CREDIBILE UNA QUALCHE PROPOSTA CHE PROVENDA DAI SACERDOTI DI SATANA DELLA CIA! è PREFERIBILE LA CATTIVERIA ALLA IPOCRISIA! Accordo tra USA e Russia sul cessate il fuoco in Siria. 22.02.2016 (Dalla bozza dell'accordo, in base al quale in Siria la tregua entrerà in vigore il 27 febbraio, sono state escluse le azioni militari contro i terroristi del Daesh e di Al-Nusra. La Russia e gli Stati Uniti hanno firmato un accordo in base al quale il cessate il fuoco in Siria entrerà in vigore il 27 febbraio, segnala l'agenzia "Reuters" riferendosi a fonti diplomatiche occidentali. Gli interlocutori dell'agenzia hanno confermato che nell'intesa raggiunta sono state escluse le azioni militari contro i terroristi del Daesh e di Al-Nusra: http://it.sputniknews.com/mondo/20160222/2150574/Nusra-Daesh-Terrorismo-Opposizione-Assad.html#ixzz40vNRm8R9

ShalomGerusalemme




NELL'OPERA DI DEMOLIZIONE DELLA SIRIA, E DI GENOCIDIO DEL POPOLO SIRIANO I TERRORISTI GALASSIA JIHADISTA HANNO FALLITO, ED ECCO PERCHé, SI RENDE INDISPENSABILE, UN ATTACCO DI TERRA DA DUE FRONTI, I VIGLIACCHI, INONDERANNO CON DIVISIONI CORAZZATE, CONTEMPORANEAMENTE, SIA DALLA TURCHIA CHE DALLA ARABIA SAUDITA! SE ESISTE ANCORA, UN MONDO CIVILIZZATO, FATTO DI SATANISTI CANNIBALI FARISEI MASSONI D'ALEMA BILDENBERG, DELLA CIA E DELLA NATO? LORO DOVREBBERO IMPEDIRE TUTTO QUESTO! “La Turchia di fatto è in stato di guerra”, 22.02.2016 Con le sue azioni Ankara rafforza la sua immagine di "piantagrane" tra la comunità internazionale e dimostra la sua incapacità di instaurare una collaborazione costruttiva e di essere una pedina importante sulla scena mondiale, scrive l'editorialista del giornale turco “Hurriyet” Nuray Mert. La Turchia si trova di fatto in uno stato di guerra, anche se ancora ufficialmente dichiarata. I falchi militari che sostengono il governo hanno già ha cominciato a celebrare la "nuova guerra di indipendenza" nel nome della "vendetta per l'esautorazione dei turchi dalla leadership del mondo musulmano", scrive l'editorialista di "Hurriyet" Nuray Mert. La guerra per procura della Turchia è cominciata con il conflitto in Siria, ma solo recentemente ha preso essenzialmente la forma di un confronto militare a tutti gli effetti. Fin dall'inizio del conflitto i membri della cosiddetta opposizione siriana erano autorizzati a passare attraverso il territorio della Turchia. Da poco alcuni cittadini siriani hanno iniziato a ritornare in Siria per combattere tra le fila dell'opposizione. Inoltre le autorità turche hanno dichiarato ufficialmente di bombardare nel territorio siriano le unità curde che sono alleate dell'Occidente nella lotta contro i terroristi del Daesh. Come cittadini non sappiamo se ci troviamo o meno in stato di guerra: il nostro governo fa parte della coalizione contro il Daesh insieme ai suoi alleati occidentali? Ma allora gli amici curdi dei nostri alleati sono nostri nemici? Per dirla breve, siamo in un limbo," — scrive l'editorialista. Il conflitto con i curdi ha rafforzato negli occhi degli alleati della Turchia l'immagine di "piantagrane" che sta facendo di tutto per complicare la situazione e impedire la lotta contro il Daesh, si afferma nell'articolo. Tutte le azioni delle autorità turche dimostrano l'incapacità di essere un alleato affidabile e minare l'immagine di Ankara come attore serio sulla scena internazionale. Sembra che conduca "troppe guerre contro troppi nemici," riassume Nuray Mert: http://it.sputniknews.com/mondo/20160222/2151338/Curdi-Daesh-Islam-Erdogan-Siria-Terrorismo.html#ixzz40vLIA2lL

ShalomGerusalemme




LA MERKEL PRAVY SECTOR HITLER BILDENBERG REGIME MASSONICO SPA ROTHSCHILD BCE FED CIA: HANNO ORDINATO ALLA UCRAINA DI INIZIARE LE OPERAZIONI MILITARI CONTRO LE POPOLAZIONI INNOCENTI DEL DONBASS: LA TREGUA è SALTATA! Donbass, attacco forze di sicurezza ucraine a posto di blocco: 3 filorussi DNR uccisi, 22.02.2016, Le forze di ricognizione della DNR continuano a registrare scontri a fuoco tra i battaglioni paramilitari e le forze di sicurezza di Kiev, ha riferito il vice comandante delle milizie DNR Eduard Basurin. Le forze di sicurezza ucraine hanno cercato di penetrare nel territorio dell'autoproclamata Repubblica Popolare di Donetsk: sono rimasti uccisi 3 filorussi, ha riferito ai giornalisti oggi il vice comandante delle milizie DNR Eduard Basurin. "Le unità di sabotatori e di intelligence delle forze armate ucraine continuano a condurre attività terroristiche sul territorio della nostra Repubblica. In condizione di superiorità numerica hanno attaccato un punto d'osservazione dell'esercito DNR. Sono morti 3 dei nostri soldati", — ha detto Eduard Basurin. Ha aggiunto che le forze di ricognizione DNR continuano a registrare scontri a fuoco. "In una sparatoria nei pressi dell'ospedale del centro Granitnoye c'è stata una sparatoria tra l'esercito e i battaglioni paramilitari: 5 vittime e 7 soldati feriti sono stati portati all'ospedale di Mariupol", : http://it.sputniknews.com/mondo/20160222/2151173/Donetsk-Basurin-Ucraina.html#ixzz40vK0S62v

ShalomGerusalemme




c'è un PATTO SEGRETO DELLA CIA, PER SOSTENERE economicamente la UCRAINA, SOTTO costrizione e RICATTO di portare una continua aggressione al DONBASS! e la UCRAINA è ECONOMICAMENTE COSTRETTA A CEDERE AL RICATTO DELLA CIA! ] [ Svenska Dagbladet: Occidente stufo del caos in Ucraina, 22.02.2016, Se l'Ucraina non inizierà a combattere seriamente contro la corruzione, rischia di rimanere senza i soldi e gli aiuti dell'Occidente, la cui fiducia potrebbe presto svanire completamente, scrive il giornale svedese.

I leader occidentali sostenitori dell'Ucraina sono oramai esausti del caos che regna a Kiev, scrive "Svenska Dagbladet". Il Paese non reclama nuove iniezioni di liquidità, mentre il Fondo Monetario Internazionale, infelice di come si sta evolvendo la situazione, ha minacciato di bloccare la prossima tranche di prestiti a Kiev. Allo stesso tempo l'economia ucraina è sull'orlo del baratro. "Senza una decisa lotta contro la corruzione che esiste a vari livelli della società, la credibilità dell'Unione Europea potrebbe presto svanire completamente", — si legge nell'articolo. La scorsa settimana il presidente ucraino Petr Poroshenko aveva chiesto un "azzeramento completo" del governo. Il giornale svedese ha osservato che questo è il secondo caso della storia post-sovietica ucraina in cui il presidente cerca di sbarazzarsi del governo che è salito al potere dopo le proteste. Nel 2005 l'Ucraina si era trovata nella stessa situazione, in balia dello scontro tra il presidente Viktor Yushchenko e il primo ministro Yulia Tymoshenko, che aveva portato ad un aumento della corruzione nel Paese: http://it.sputniknews.com/politica/20160222/2150905/UE-Corruzione-Crisi-FMI.html#ixzz40vIyPi1z

ShalomGerusalemme




cordone sanitario della NATO contro, il confine Turco, per arginare la invasione islamica dei profughi! Berlino alza la voce: difesa delle frontiere con la Turchia obiettivo primario della UE: http://it.sputniknews.com/politica/20160222/2150750/Germania-Profughi-Immigrazione-Schengen.html#ixzz40vILoPyH

ShalomGerusalemme




i satanisti Farisei Massoni Darwin GENDER, e i loro complici takfiri Erdogan e Salman: dopo avere dissanguato Siria e Iraq, attraverso, il terrorismo islamico: si metteranno IL PRESERVATIVO ELMETTO IN TESTA, E prenderanno queste due nazioni DILANIATE da loro, stritolandole, su due fronti, con una guerra lampo! IRAN DEVE SCENDERE IN IRAQ IMMEDIATAMENTE CON LE SUE DIVISIONI CORAZZATE! Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan sta preparando l'invasione della Siria e le sue dichiarazioni sul diritto di combattere il terrorismo all'estero non sono altro che un tentativo di giustificare l'opzione militare, ha affermato il vice presidente della commissione Difesa e Sicurezza del Consiglio della Federazione (camera alta del Parlamento russo) Franz Klintsevich. Erdogan ha dichiarato di avere il diritto di colpire i terroristi del Daesh e le forze curde dell'Unione Democratica in Turchia e all'estero, ha segnalato l'agenzia "Anadolu". Il presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha già esortato la Turchia a fermare gli attacchi contro le milizie curde nel nord della Siria. "Le affermazioni di Erdogan sul diritto del suo Paese di combattere il terrorismo all'estero non sono solo parole, ma fanno parte di una massiccia campagna mediatica aggressiva contro la Siria, sono un tentativo di presentare la possibile invasione turca di questo Paese come un atto di ritorsione. Dalla storia sappiamo che l'aggressione è quasi sempre preceduta dalla cosiddetta giustificazione ideologica", — ha detto ai giornalisti: http://it.sputniknews.com/politica/20160222/2150406/Turchia-Curdi-Daesh.html#ixzz40v3gLlmj

ShalomGerusalemme




IN QUESTI 5 ANNI DI AGGRESSIONE DELLA SIRIA, QUANDO I LORO JIHADISTI MACELLAVANO TUTTO E TUTTI .. OK ANDAVA BENE! MA, COME ASSAD GRAZIE AI RUSSI HA RIPRESO IL CONTROLLO DELLA SUA NAZIONE, ECCO CHE ADESSO PER SOsTENERE I LORO TERRORISTI DEVONO FARE L'ATTACCO DI TERRA! QUESTA SITUAZIONE è COSì CRIMINALE, VILE E INAMISSIBILE, CHE NON MERITA ULTERIORI COMMENTI! “Erdogan sta cercando giustificazioni per l'invasione della Siria”. 22.02.2016 La Turchia sta conducendo un attacco mediatico su larga scala contro la Siria, cercando di immaginare una possibile invasione come azione di ritorsione, ritiene il senatore russo Franz Klintsevich: http://it.sputniknews.com/politica/20160222/2150406/Turchia-Curdi-Daesh.html#ixzz40upABCwc

Arabia Saudita pronta a inviare le forze speciali in Siria.

I giochi pericolosi di Erdogan in Siria

Siria, Erdogan: Non fermeremo gli attacchi contro le postazioni curde

L'operazione di Putin in Siria è il peggior incubo di Erdogan

The Independent: Erdogan è imprevedibile e può invadere la Siria

Conflitto Iran-Arabia Saudita, Erdogan giustifica le condanne a morte di Riyadh

http://it.sputniknews.com/politica/20160222/2150406/Turchia-Curdi-Daesh.html#ixzz40up3weZ4 22 Febbraio 2016

Assad accusa, coalizione di 80 Paesi a sostegno dei terroristi in Siria: http://it.sputniknews.com/#ixzz40uoqtTCs

Assad: rischio invasione Siria di Turchia e Arabia Saudita, ma resisteremo

L’Arabia Saudita non riesaminerà la decisione sull’operazione terrestre in Siria: http://it.sputniknews.com/mondo/20160222/2149294/putin-terza-guerra-mondiale-arabia-saudita-invasione-in-siria.html#ixzz40uoc456w

ShalomGerusalemme




PUTIN DICHIARA,GIUSTAMENTE, che fermerà, con ogni mezzo, anche con tecnologie militari atomico nucleari tattiche, la invasione di terra della SIRiA, da parte della LEGA ARABA! ma, la necesità della guerra, che diventerà mondiale, è per mettere a tacere: sotto terra i correntisti, perché il FMI SPA FED BCE, sta collassando: ] [ In realtà, sebbene possa apparire cinico e amaro, quello che sta accadendo potrebbe essere un diversivo per distrarre l'opinione pubblica dalla crisi economica. Le banche europee stanno fallendo a causa dei debiti. Deutsche Bank ha perso il 5o% del suo valore, di cui almeno il 40% dall'inizio dell'anno. Se Deutsche Bank fallisce, i 50 mila miliardi di titoli derivati che si porta dietro, venti volte il Pil della Germania, travolgeranno a catena le altre banche. Negli Usa, le banche "too big to fail" sono a rischio, perchè dopo i salvataggi governativi del 2008 hanno continuato a fare quello che facevano. E ora sono ancora più indebitate. Quindi una guerra nucleare leggermente depotenziata potrebbe certamente rappresentare una strategia diversiva per contenere la reazione dei risparmiatori al dissolversi dei loro conti correnti: http://it.sputniknews.com/mondo/20160222/2149294/putin-terza-guerra-mondiale-arabia-saudita-invasione-in-siria.html#ixzz40unMvocP

ShalomGerusalemme




ISLAM è UNA ISTIGAZIONE A DELINQUERE ED è UNA LEGALIZZAZIONE DEL PECCATO SESSUALE ESTREMO! poi, quando, Ummah MECCA CABA sharia, con 4 mogli, lui quella la bestia di Maometto ha fatto 40 figli, lui prende il mitra, fa lo sterminio, di un paio di famiglie di schiavi dhimmi cristiani, e così, Maometto ha sistemato il problema dei suoi figli: con la benedizione della sua Moschea Madrassa IMAM Obama GENDER Darwin.

ShalomGerusalemme




in realtà: i farisei massoni Cabalisti ENTITà SpA FMI NWO, loro con i loro filmini pornografici, hanno fatto un ottimo lavoro per la galassia sharia, terrorismo jihadista ummah MECCA CABA, perché, per un maniaco sessuale è buono avere 4 mogli che lavorano per te, e che te lo succhiano tutto il giorno: anche!

ShalomGerusalemme




tecnicamente, tra un mese, il genere umano potrebbe già essere estinto, scomparso definitivamente, da questo pianeta, ed io credo che, sia utile anche per le troie di satana: come la MERKEL, come anche per voi, di incominciare a dire la verità! poiché i MORTI NON HANNO PAURA di poter ESSERE UCCISI!

ShalomGerusalemme




quando, ai livelli di associazioni corporazioni, di uomini noi parliamo di "ENTITà"? noi stiamo indicando sempre qualcosa di demoniaco! Per VELTRONI Enlightened SPA SISTEMA MASSONICO: il Nuovo Ordine mondiale è la più grande ENTITà, poi abbiamo la ENTITà PALESTINESE, e poi, abbiamo la ENTITà SIONISTA!

ShalomGerusalemme




poiché, 1. C'è UN SOLO CORANO, 2. c'è una sola UMMAH; e c'è 3. una sola sharia, e poi, 4. c'è una sola MECCA CABA: poi tutta la LEGA ARABA è una sola truffa ed un solo delitto! COME, allora, POTREBBE ESSERE REALE legale legittimo uno STATO dei PALESTINESI?




[20] @ my YHWH - I do not think that, in the House of #Rothschild, #Spa, #Arab LEague, #NSA, #UN, #IMF, #FED, #ECB, #NWO, #tower of #babel, the #synagogue of Satan, today will one day be happier than others! .. and, the fault is all, of witches voodoo, and, high priests 666, which are incompetent, and incompetent ! ... now, they are downgraded, to do porn actors ! ie, halloween holliwood. lol.




@my YHWH. --- Yes it's true! Satan is the worst, fucking in the ass, that, #Bush, Rothschild, and the #Arab #League could take! if, one is made, a Freemason, Satanist, a Pharisee, Islamist, Communist, and then, is he who ends up on the cross, because of Unius REI ? then, lol. lol . then, lol. where is the fun, for him?, though, that poor wretch, waiting for him, too, the endless torments of hell? lol . Argasidae, Spa, 666, IMF, FED, ECB, #Herman #Van #Rompuy, 322, #Merkel, 666, #Rothschild, #Enlightened, the #Pharisee, #masonic #system, #esoteric #agenda, .... one only adams family shit




è il genocidio dei greci, che è offerto dalla UE MaSSONICA AD ERDOGAN! ] 1/2 [ Unione Europea: con la Turchia e i Saud. Fino all’ultimo greco. 23.02.2016( “Se le frontiere interne si chiudono, se Schengen non è più applicata, questi rifugiati resteranno in Grecia, un paese che ha considerevoli difficoltà economiche … cosa si fa?”. Sembra incredibile, ma è stato Hollande a porre il problema in quel gabbione di cani ringhianti chiamato pomposamente "summit europeo sui migranti" o "Consiglio europeo di capi di stato e di governo". E' arrivato persino a pregare: "Ragioniamo da europei, non rigettiamo su un paese, la Grecia, la responsabilità che è la nostra". Merkel: Europa e Turchia devono rispondere insieme della crisi dei migranti, Responsabilità che è la nostra: par di sognare. Mai Angela Merkel ha pronunciato un'ammissione del genere; ha avuto solo minacce per Grecia, Ungheria, Polonia. Il che fa' intuire quanto poco basterebbe, nella UE, per apparire degli statisti: in confronto a tali nani morali…fra cui non poteva mancare Renzi, che ha posto all'Ungheria l'aut aut: "O accettate i migranti o noi vi bloccheremo i fondi", tanto per imitare in bassezza i tedeschi. E per cosa? Per stare al servizio della Merkel, che pensa solo a sé, preoccupata solo delle elezioni locali che la aspettano fra qualche settimana; del resto se perde, per lei è già pronto il posto di segretario dell'Onu — premio di consolazione perché ha ben servito, e che è riservato rigorosamente a nullità di paesi insignificanti. Servire la Merkel per ottenere un po' di flessibilità non è un buon investimento. Lei ora ha aggravato — a nome nostro e a nostre spese — il suo accordo già disperato sul contenimento degli emigranti con Erdogan: un Erdogan che si prepara davvero alla guerra con la Siria (con l'appoggio di Obama: "La Turchia ha diritto all'autodifesa", gli ha detto al telefono), con le armi, i soldi e i missili terra-aria che la Casa saudita ha promesso di dare ai jihadisti: evidentemente per abbattere gli aerei dell'aviazione di Mosca. Il Presidente della Comissione Europea Jean-Claude Juncker

In questo modo, Merkel ha intrecciato in modo sempre più inestricabile i destini d'Europa agli interessi della Turchia e dei Wahabiti, potenze in pieno delirio.

L'Arabia ha la bomba. Attenzione a Casa Saud, se entra in questa guerra: da anni, paranoica per la sua stessa esistenza, la dinastia sta facendo capire che — se dall'Iran sale il fungo di un test nucleare — anche lei può procurarsene quante ne vuole in un attimo. Purtroppo, non è una vanteria. Ryad ha pesantemente finanziato il programma nucleare del Pakistan, che è molto ben fornito contro per equilibrare la potenza nucleare dell'India. E' chiaro che c'è un patto sottinteso, per cui i Saud considerano proprie alcune di queste testate. Dal 2014, terrorizzata dalla riconciliazione in vista tra Teheran e Washington, Casa Saud sembra faccia crescenti pressioni sul Pakistan in questo senso. Fino ad oggi, paradossalmente, la resistenza è venuta dagli alti gradi militari pakistani, esitanti, vista la composizione del loro esercito, a inimicarsi la minoranza sciita; oltre naturalmente la pressione di Washington per la non-proliferazione. Adesso con Obama la superpotenza, in piena deliquescenza della sua leadership, si è schierata (ma tentando di farlo di nascosto) con Erdogan, con l'Isis, dunque con i paranoici Saud.

lorenzoAllah Mahdì Palestina

lorenzoAllah Mahdì Palestina1 ora fa

è il genocidio dei greci, che è offerto dalla UE MaSSONICA AD ERDOGAN! ] 2/2 [ Unione Europea: con la Turchia e i Saud. Fino all’ultimo greco. 23.02.2016( C'è qui una zona d'ombra, dice il sito Strategika, "che resiste ad una analisi razionale. Ma l'influenza dei Saud sul Pakistan è tale, che vari analisti ritengono che l'arma nucleare può essere a disposizione di Ryad in ogni momento". E' per questo che — come ha reso noto il grande giornalista Robert Parry citando una fonte "vicina al presidente Putin" — che i russi hanno avvertito il presidente Erdogan: "Mosca è pronta ad usare armi nucleari tattiche se necessario per salvare le proprie truppe dall'aggressione Turco-Saudita".E' un leale avvertimento ed una dottrina militare legittima in questa nuova situazione, di possibile incontrollata disseminazione delle Bombe in mano a paranoici. Come ha notato William Perry, che è stato ministro del Pentagono (1994-97), il rischio di guerra nucleare oggi è più alto di quanto fosse nell'era sovietica, quando i blocchi atomici erano due soli, e comunicavano tra loro col leggendario telefono rosso per scongiurare incidenti ed errori in extremis.

Secondo Assange abbattuto jet russo Su-24 per le elezioni in Turchia, Oggi, secondo l'ex generale lanciatore di missili nucleari Bruce Blair, l'abbattimento dell'aereo russo da parte dei turchi "ha aperto ad una successione di azzardi e inavvertenze che fanno aumentare la sfiducia tra la Russia e la NATO a guida americana…La storia dimostra che queste reciproche risposte alle crisi, una volta innescate, assumono vita propria. Gli affronti militari si moltiplicano, diventano più decentrati, spontanei ed intensi. Le salvaguardie sono allentate, gli ambienti operativi insoliti causano incidenti ed azioni non autorizzate. Errori di calcolo o di interpretazione, perdita di controllo causano una "nebbia di crisi" da cui facilmente emerge la "nebbia della guerra" (fog of war: la poca leggibilità del campo di operazioni). Tra gli scontri militari di basso livello e la dimensione nucleare c ‘è un piano inclinato scivoloso. E molto ripido". Forse che la UE contribuisce ad allentare questa pericolosa tensione? Al contrario: in obbedienza a Washington — che deve mostrare ai piccoli baltici e ai polacchi la sua prontezza a difenderli dall'aggressione di Mosca prossima ventura — lo svedese Stoltenberg moltiplica le minacce, fa' (anche per conto nostro) la faccia feroce, approva senza condizioni l'ammassamento di forze ed armamento NATO ai confini della Russia. In pochi mesi, "le forze NATO e americane a ridosso della Russia sono quadruplicate", ha avvertito Stephen Cohen, già docente di studi russi alla New York University e a Princeton:

"L'ultima volta che la Russia s'è vista sulle sue frontiere un simile accumulo di uomini e mezzi, è stato quando l'hanno invasa i nazisti". Come noto (o dovrebbe essere noto) gli americani — con la scusa di difenderci da un bombardamento atomico iraniano — hanno installato sistemi missilistici a ridosso di quei confini, che hanno l'effetto di accorciare il preavviso di un eventuale attacco atomico della NATO. Un tempo molto più breve di quello concordato con l'URSS durante la guerra fredda, quando i missili balistici intercontinentali davano una mezz'ora di tempo a Mosca. Mosca quindi è stata obbligata "ad accorciare il tempo di lancio rispetto ai tempi della guerra fredda", ha spiegato il già citato Blair: "Oggi, i comandi supremi a Mosca possono scavalcare l'intera catena di comando umana e sparare direttamente, missili in silos e su autocarri situati in Siberia, in soli 20 secondi". In soli venti secondi.Siria, contrattacco forze di Assad: ripreso controllo della strada per Aleppo

E' per questo che nei giorni scorsi Mosca ha fatto pressione su Assad — che ha enunciato la volontà di liberare l'intera Siria — ad aderire alla tregua d'armi che Staffan De Mistura sta cercando di realizzare, per poi arrivare ai negoziati di transizione. L'ambasciatore a Damasco Vitaly Churkin è giunto a distanziarsi pubblicamente dalla dichiarazioni di Assad ("Le ho viste in tv; non corrispondono agli sforzi diplomatici che affronta la Russia"), mentre il viceministro degli esteri Bogdanov con infinita pazienza ha cercato di rabbonire i sauditi e Putin stesso, dopo una lunga telefonata a Salman (il demente senile?) ha annunciato che "entrambi i nostri paesi sono interessati ad una soluzione della crisi siriana".

Tutti sforzi che dimostrano il realismo, la moderazione e la volontà moscovita di evitare quel piano inclinato ripido e scivoloso che va' dalle provocazioni irresponsabili verso il conflitto generale ed atomico di cui parla Blair. Ovviamente Washington moltiplica le provocazioni irresponsabili (cercando di farlo per mezzo di Erdogan e dei Sauditi); l'Europa dovrebbe essere la potenza stabilizzante e moderante. Invece è in pieno scollamento, sprofondata in una miopia a stupidità, furbizie, ottusi egoismi, un tutti contro tutti pieno di minacce reciproche. La sua incapacità mentale prima che politica è esemplificata dalla situazione in cui lascia la Grecia. Atene è da giorni incendiata da scontri di piazza, le categorie non possono più sopportare gli ulteriori aggravi di tasse e di tagli che impone la Troika per "pagare i debiti" (alla Germania); l'economia è crollata (il Pil ellenico: —1,9 per cento), la gente davvero muore di fame…e Berlino (Bruxelles non trova di meglio che minacciare questo povero paese di chiuderlo fuori da Schengen ossia a tenersi dentro, ospitare e sfamare il milione di profughi che Erdogan gli sta mandando, e che la Germania non vuole più. E' appena da rilevare il livello intellettuale della scelta di Merkel: ad Erdogan 3 miliardi l'anno per dieci anni, ad Atene forse qualche aiutino per i profughi ma forse no, meglio la sua espulsione da Schengen e dall'euro. Persino Le Monde si accorge che la Grecia viene spinta "in tre catastrofi ad un tempo". Oltre la catastrofe finanziaria ed economica indotta dall'austerità dettata da Bruxelles, si profila la catastrofe umanitaria, essa stessa doppia: il paese saccheggiato dai creditori non può insieme alloggiare e nutrire le centinaia di migliaia di profughi che la UE vuole intrappolare dentro i suoi confini, e i cittadini: già Atene non è in grado di attuare la "forma delle pensioni" (leggi: tagli disumani) che gli impongono i creditori internazionali, e per cui le piazze si sono sollevate. Presto i greci meno favoriti rischiano di morire di fame, nella splendida Europa. E la terza crisi che si profila? quella politica: il governo Tsipras non ha che una maggioranza risicatissima, può cadere da un momento all'altro; che poi i greci siano in gado di darsi un altro governo, è meno che probabile. Un vuoto di potere che si trasformerà in marasma da stato fallito.

Ovviamente il nostro nuovo grande alleato, Edogan, ci sta mettendo del suo. La settimana scorsa Tsipras, sull'aereo di Stato, stava recandosi a Teheran (la visita d'affari che tutti i governanti fanno di questi tempi): Ankara gli ha vietato non solo il sorvolo nello spazio aereo turco, ma anche l'atterraggio a Rodi, necessaria per il rifornimento dell'aereo di Tsipras, che è un modesto Embraer fabbricato in Brasile. Ma Rodi non è un'isola greca? Sì, ma Ankara ha sancito che essendo Rodi una zona de-militarizzata, non permetteva che un aereo pilotato da militari greci vi scendesse. L'aereo di Tsipras ha dovuto raggiunger Teheran attraverso l'Egitto e l'Arabia Saudita. Una provocazione insensata, "una misura senza precedenti — secondo il governo greco — con cui la Turchia vuol mostrare le sua egemonia nell'Egeo": http://it.sputniknews.com/politica/20160223/2151989/ue-turchia-assad-merkal-erdogan-siria-migranti.html#ixzz40zrSeEat

lorenzoAllah Mahdì Palestina

======================

perché la Turchia ISLAMICO NAZISTA SHARIA: DEI TERRORISTI ERDOGAN, sta facendo gravi violazioni territoriali e deliberati atti di bullismo contro la GRECIA? se, non c'è dignità per le Nazioni della UE? questa unione europea di massoni anticristi, sodomiti farisei usurai regime Bildenberg? NON DEVE SOPRAVVIVERE UN ALTRO GIORNO SOLTANTO, ALLA SUA BESTIALITà!

======================

https://www.youtube.com/watch?v=E7QePDmPHfk BOLDRINI: MIGRANTI SONO AVANGUARDIA DEL NOSTRO FUTURO STILE DI VITA .. Vista Agenzia Televisiva Nazionale https://youtu.be/E7QePDmPHfk Pubblicato il 31 mar 2014

L'intervento del presidente della Camera, Laura Boldrini, alla presentazione del Rapporto 2014 di Italiadecide dedicato al turismo italiano

Alexander Jakhnagiev VISTA Agenzia Televisiva Parlamentare

http://www.agenziavista.it

Twitter: @agenziaVISTA, Vista Agenzia Televisiva Nazionale, originariamente pubblicata sul sito di Maurizio Blondet http://it.sputniknews.com/politica/20160223/2151989/ue-turchia-assad-merkal-erdogan-siria-migranti.html#ixzz40z4Fwv7A

========================

Repubblica Democratica del Congo: schiava per 15 mesi. In gran parte del continente africano, il fondamentalismo islamico sta aumentando. Tutta la fascia subsahariana, dal Mali ad Occidente, alla Somalia ad Oriente, vede il proliferare di gruppi musulmani armati. Anche in Paesi "insospettabili" come la Repubblica Democratica del Congo, Porte Aperte aiuta la chiesa a superare i traumi e a prepararsi a resistere nella tempesta.

La Repubblica Democratica del Congo non è presente nella WWL (la lista dei 50 Paesi dove la persecuzione è più forte, pubblicata a gennaio scorso da Porte Aperte) eppure le notizie che ci arrivano, riguardo alla situazione dei cristiani, non sono affatto rassicuranti. Nell'estremità orientale del Paese un gruppo islamico molto violento, chiamato "Alleanza delle Forze Democratiche" (ADF), sta tentando di liberare l'area dai cristiani, al fine di creare un base per la diffusione dell'islam in tutta la regione.

La storia di Mado* (nome cambiato per ragioni di sicurezza), una donna di circa venti anni, mostra chiaramente il modo di agire di questo gruppo.

Una domenica di febbraio 2013 Mado, insieme ad alcuni suoi familiari, tornava a casa passando all'esterno della giungla. Lungo il percorso il gruppo ha incontrato due uomini che chiedevano aiuto per alcuni bagagli. Dato che erano disarmati, i cristiani non hanno sospettato alcun pericolo, ma alcuni militanti armati dell'ADF erano nascosti nella boscaglia. Essi sono saltati fuori dai cespugli e hanno preso prigionieri Mado e il resto del gruppo.

Arrivati al nascondiglio dei ribelli, le cose sono andate di male in peggio: "Improvvisamente hanno ucciso mio cognato proprio davanti ai miei occhi. Ho pianto in modo incontrollabile. Uno degli uomini armati si è arrabbiato con me e mi ha colpito con la parte piatta di un machete e poi mi ha bendata... Poco dopo ho sentito mio marito gridare. Uno di loro mi ha tolto la benda per mostrarmi il machete sporco di sangue. Ho capito subito che anche lui era morto".

Per i successivi 15 mesi la vita della giovane donna è stata molto dura. Prima utilizzata come schiava per fare lavori molto pesanti, poi obbligata a convertirsi all'islam e venduta come moglie ad un anziano musulmano. Inoltre, durante la prigionia, ha visto morire il bimbo di cui era incinta al momento del rapimento.

Solo approfittando di un momento di distrazione dei ribelli e dell'incontro con un gruppo di solati dell'esercito, Mado è riuscita a scappare insieme al suo primo figlio.

Oggi Mado è seguita da un gruppo di Porte Aperte per superare i traumi vissuti.

In quella zona Porte Aperte sta inoltre contribuendo al rafforzamento dei credenti con i corsi di preparazione alla persecuzione. Il corso (SSTS – resistere nella tempesta) aiuta le persone a vedere la realtà della sofferenza in una prospettiva biblica.

================================

Arabia Saudita: cristiani costretti a essere soli, 02-02-2016, Arabia Saudita. E' quasi impossibile essere cristiani in Arabia Saudita, la culla dell'islam. Mentre gli stranieri hanno una certa libertà di organizzare riunioni religiose private, per i sauditi la pressione da parte del governo e dei parenti è quasi assoluta. Eppure Dio opera anche tra i sauditi. Muminah (nome modificato per ragioni di sicurezza), una donna saudita molto devota, 5 anni fa, ha viaggiato con suo marito per andare alla Mecca. Voleva eseguire il pellegrinaggio che tutti i musulmani devono compiere una volta nella vita. Era bramosa di quell'esperienza spirituale che attendeva da molto tempo. Mentre prendeva parte a quello che doveva essere il culmine della sua vita spirituale come musulmana, ebbe però una visione: Gesù le apparve in sogno e la invitò a seguirlo. Per la prima volta nella sua vita, Muminah provò chiaramente la sensazione di essere amata da Dio. L'esperienza la lasciò confusa. Crescendo in Arabia Saudita, nella stretta osservanza dell'islam wahhabita, aveva imparato che tutte le religioni sono false, in particolare aveva imparato a diffidare dall'ebraismo e dal cristianesimo! Inoltre sapeva che l'apertura di chiese è vietata in Arabia Saudita, e la conversione dall'islam è, teoricamente, punibile con la morte per decapitazione. Muminah non conosceva nessun cristiano e sapeva che suo marito reagiva molto male a qualunque osservazione un po' critica sull'islam, quindi ha deciso di serbare in se stessa il suo sogno. Ma l'esperienza fatta era troppo forte e la donna, utilizzando quella poca libertà di cui poteva godere a casa, in assenza del marito, ha cercato su internet notizie su Gesù. Attraverso i social media ha avuto anche la possibilità di dialogare con persone arabe cristiane che vivevano all'estero. Dopo aver scoperto che la Bibbia non era stata contraffatta, cosa che le era stata insegnata per tutta la vita, e aver iniziato a leggerla, Muminah ha iniziato a pregare e un giorno, mentre chattava con un cristiano straniero che non aveva mai incontrato nella vita reale, ha affidato la sua vita a Gesù. Ora riesce a leggere ogni giorno la Bibbia, ma sta sempre attenta ad eliminare ogni traccia dal suo computer perché suo marito si infurierebbe se la scoprisse. Se sapesse che lei è diventata cristiana, penserebbe che è impazzita o che ha subito un sortilegio. Si sentirebbe in diritto di ucciderla lui stesso o di denunciarla alla polizia religiosa e farla giustiziare. Muminah, in 5 anni, non ha mai incontrato di persona un altro cristiano: è costretta a vivere la sua fede da sola!

======================

En un rato salgo para Iraq. Vamos con la intención de ayudar a las comunidades cristianas que han tenido que huir del llamado Estado Islámico. Aunque te confieso que voy más con la intención de aprender de la fortaleza de su fe que de ayudar ;)

Si tengo ocasión, te iré escribiendo y contando lo que vea, mis impresiones, etc.

Te pido un favor. Como sabrás, logramos que el Parlamento Europeo censure oficialmente el “genocidio cristiano”. Ahora queremos que también lo haga el Comité de Derechos Humanos de la ONU.

http://citizengo.org/es/pr/32603-reconocimiento-y-condena-del-genocidio-cristiano-practicado-por-estado-islamico

Me iré a Ginebra, me llevaré tu firma y se la entregaré a las delegaciones.

La declaración oficial de “genocidio cristiano” es muy importante porque según el derecho internacional obliga a quien la hace a dos cosas:

Perseguir, juzgar y sancionar a los verdugos, Proteger a las víctimas, en este caso, las minorías cristianas. Ya ha habido declaraciones contundentes sobre el Estado Islámico. Pero lamentablemente hasta ahora no ha sido calificado como “genocida”.

Ahora lo podemos conseguir. Ya somos más de 108.000 los que hemos pedido esta calificación, aunque estoy seguro que podemos y debemos ser muchos más.

http://citizengo.org/es/pr/32603-reconocimiento-y-condena-del-genocidio-cristiano-practicado-por-estado-islamico

Nuestros hermanos cristianas en Iraq, Siria, Egipto, Nigeria, Corea del Norte, India, están sufriendo una persecución inaceptable. Les discriminan, expulsan, torturan, secuestran, violan y matan. ¡Y no pierden su fe! Están hechos de nuestro mismo barro. Pero creen de verdad. Con firmeza y con Esperanza. No podemos seguir mirando para otro lado como si no fuera con nosotros… No podemos. ¡No debemos!

Nuestra obligación es movilizarnos, ayudar en la medida de nuestras posibilidades, exigir a la comunidad internacional pasos firmes.

¿Te imaginas que la ONU condenara de una vez el genocidio cristiano?

http://citizengo.org/es/pr/32603-reconocimiento-y-condena-del-genocidio-cristiano-practicado-por-estado-islamico

Te iré contando. Gracias una vez más por estar ahí, por poder contar contigo.

Un fuerte abrazo,Luis Losada Pescador y todo el equipo de CitizenGO

PD. Por favor, ayúdame a que la ONU censure el “genocidio cristiano”. http://www.citizengo.org/es/pr/32603-reconocimiento-y-condena-del-genocidio-cristiano-practicado-por-estado-islamico

PD2. Te cuento en un video de 17 segundos por qué voy a Iraq: https://www.youtube.com/watch?v=BmNsjYh80nk

PD3. ¿Ya te conté que la ONU recogió nuestra aportación sobre familia? La mayoría de las aportaciones son muy positivas. http://www.ohchr.org/EN/HRBodies/HRC/Pages/ProtectionFamily.aspx Vamos a ver si nos escuchan. Lo pelearemos también en Ginebra.




PD4. Este martes es el juicio al líder provida mexicano que fue encarcelado por motivos administrativos en plena visita papal. En cuanto tengamos información, la iremos publicando en la campaña. ¿Quieres mostrar tu solidaridad? http://www.citizengo.org/es/33085-liberacion-inmediata-lider-provida

Condenan el genocidio cristiano

Att. Consejo de Derechos Humanos de la ONU en Ginebra

En aplicación de la convención de prevención y castigo del delito de genocidio y del Estatuto de Roma de la Corte Penal Internacional, le pido que reconozca oficial y explícitamente como genocidio los crímenes perpetrados por el Estado Islámico contra el la minoría cristiana y yezidi en Irak.

Es genocidio porque hay una voluntad expresa y deliberada de acabar con los cristianos, su cultura y su patrimonio histórico. Desgraciadamente lo han conseguido: como sabe hoy en Mosul no queda ni un solo cristiano.

Le pido su compromiso oficial y expreso para prevenir estos crímenes y perseguir, juzgar y condenar a los responsables y a sus cómplices donde quiera que estén.

En la reunión del Consejo de Derechos Humanos de este mes de marzo tiene la oportunidad de hacerlo. Le pido que lo haga. Por las minorías perseguidas y la dignidad del Consejo d DDHH.Atentamente,[Tu nombre]

===================

https://www.youtube.com/watch?v=6PAehaFcTmA&list=TLj3ya-rVycGcyMzAyMjAxNg&index=2

פיגוע דקירה בשער בנימין - Stabbing Attack at Sha'ar Binyamin

========================

Watch: Terrorist Attack in Supermarket

https://www.youtube.com/watch?v=bAwTFwhTSGM&index=1&list=TLj3ya-rVycGcyMzAyMjAxNg

=============

https://www.youtube.com/watch?v=fMBsXfNvB5U&list=TLa1Mhf7sTt60yMzAyMjAxNg

Creation Has Answers 2016 Series - Geologic Column: Charlie Moss

Creation Evidence Museum https://youtu.be/fMBsXfNvB5U

Creation Has Answers 2016 Series - Geologic Column: Significance of Layers and Artifacts Creation Evidence Museum 147 visualizzazioni

Creation Has Answers 2016 Series - Geologic Column: The Essence of Evolution Creation Evidence Museum 89 visualizzazioni

Creation Has Answers 2016 Series - Geologic Column: The Big End Creation Evidence Museum 194 visualizzazioni

Creation Has Answers 2016 Series Geologic Column How Did It Form? Creation Evidence Museum 120 visualizzazioni

Creation Has Answers 2016 Series - Geologic Column Assumptions Creation Evidence Museum 123 visualizzazioni

Creation Has Answers 2016 Series: Deterioration of Modern Man Creation Evidence Museum 416 visualizzazioni

Creation Has Answers 2016 Series: Ancient Man and the Moon Creation Evidence Museum 281 visualizzazioni

Creation Has Answers 2016 Series: Caring, Artistic Ancient Man Creation Evidence Museum 241 visualizzazioni

Creation Has Answers 2016 Series Introduction Creation Evidence Museum 213 visualizzazioni

Creation Has Answers 2016 Series: Advanced Ancient Man Creation Evidence Museum 263

https://www.youtube.com/channel/UC6aVC1qguAmXusJrZ--D7hA

=====================

really? ANSA HA DETTO CHE ERA MORTO A LETTO E CHE LE LENZUOLA ERANO SENZA PIEGHE. CPSA PUò PIù ESSERE LA VERITà IN QUESTA NAZIONE DI SATANISTI MASSONI? WASHINGTON DC – Gli uscieri guidano la bara durante la messa funebre per il giudice associato Antonin Scalia nella Basilica del Santuario Nazionale dell’Immacolata Concezione. Scalia, deceduto il 13 febbraio durante una battuta di caccia in Texas, è stato posto venerdì nella Sala Grande della Corte suprema e il suo funerale si è tenuto sabato nella Basilica. Nell’omelia pronunciata dal figlio di Scalia, padre Paul Scalia, è stato detto: “Dio ha benedetto papà, come è ben noto, con l’amore per il suo paese… Sapeva bene quanto importanti fossero i principi fondanti della nostra nazione. E in questo lui ha visto, così come gli stessi padri fondatori, una benedizione… Una benedizione rapidamente persa quando la fede è stata vietata nella piazza pubblica o quando noi stessi ci rifiutiamo di portarla lì… Lui ha capito che non c’era alcun conflitto tra amare Dio e amare il proprio paese, tra la fede e il servizio pubblico”.

http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/2016/02/15/usa-cosi-ho-scoperto-cadavere-scalia_abd827da-e154-4c38-89bd-c7bcf3d07717.html

Era molto tranquillo, evidentemente e' scomparso senza alcuna complicazione nel cuore della notte", ha concluso. Il referto del medico legale parla quindi di morte per cause naturali, un attacco cardiaco, e - riferisce il Washington Post - senza che il corpo sia stato prima visto dal giudice e senza che sia stata ordinata un'autopsia.

==============

FINITELA CON QUESTA DEPLOREVOLE PAGLIACCIATA GLI EUROPEI SONO SOLTANTO DELLE PECORE! ROMA, 23 FEB - La Farnesina ha convocato l'Ambasciatore degli Stati Uniti d'America John Phillips per avere chiarimenti circa le indiscrezioni comparse su alcuni organi di stampa secondo le quali il Presidente del Consiglio italiano Silvio Berlusconi e alcuni suoi stretti collaboratori sarebbero stati sottoposti a intercettazioni telefoniche nel 2011. Lo rende noto un comunicato stampa della Farnesina.

==============

Editoriale, Uno scrittore omosessuale agli anti-Family day: “Io conosco il vostro dolore” http://it.aleteia.org/2016/02/04/uno-scrittore-omosessuale-agli-anti-family-day-io-conosco-il-vostro-dolore/

==================

Gaza tunnels built by jihadi group into Israel, The National Resistance Brigades, the military wing of the Democratic Front for the Liberation of Palestine, has revealed a new tunnel built by its fighters underneath the Gaza-Israel border. A video released by the organization on Sunday presents some of the organization's fighters striding inside the tunnel carrying arms, and shows the improvised rockets the organization possesses. Speaking in the video, the National Resistance Brigades' spokesman, Abu Khaled, claimed that his organization is preparing for the next war with the Israeli enemy. According to Abu Khaled, the tunnel presented in the video was dug by the operatives of the group’s tunnels' unit and will be used by the organization's fighters to commit terror attacks against Israel and kidnap Israeli soldiers in order to swap them for Palestinian prisoners.

Watch Here, The National Resistance Brigades is a secular jihadist group that was founded in 2000, after the beginning of the Second Intifada. Since the group is secular it opposes Hamas' aspiration to impose Sharia law in Gaza. However, the video shows that the group shares Hamas' strategy of using cross-border tunnels as a game-changing weapon. In addition, Abu Khaled's rhetoric, speaking about preparation for a war with Israel, is identical to the rhetoric of Hamas, which named its fighters who died after the collapse of a tunnel "the martyrs of preparation."

Source: Jerusalem Post

=====================================

2 gen 2016, Putin svela dei colloqui inediti tra leader tedeschi e sovietici

https://www.youtube.com/watch?v=2fDDUWSs20g PandoraTV

Nel corso di una intervista con i giornalisti della Bild, Vladimir Putin ha svelato alcuni documenti datati 1990 in cui leader politici dell'allora Unione Sovietica e RFT prospettano quello che sarebbe potuto essere il futuro dell'Unione Europea.

=========================

Giulietto Chiesa: "E’ il momento di avere paura. L’Arabia Saudita ha la bomba atomica." https://www.youtube.com/watch?v=JtAA0BMsayc

Pubblicato il 21 feb 2016 https://youtu.be/JtAA0BMsayc

"Adesso sappiamo che l'Arabia Saudita ha la bomba atomica. Gli è stata venduta dal Pakistan, con l'autorizzazione degli USA. E' la follia petrolifera dell'Occidente, che sta creando un mostro. Se non lo fermiamo in tempo ci distruggerà."

=========================

IDF operation nabs massive weapons cache in Arab village (raw), While most Israelis slept, IDF forces were hard at work last night in the hills of Samaria, locating illegal weapons hidden in Palestinian Arab villages. Such raids are mounted on a daily basis, as part of security forces' efforts to stem the tide of terror attacks. During the operation, soldiers seized a number of weapons including M-16 assault rifles, pistols, bullets, magazines, night-vision goggles, binoculars and other military equipment used in the preparation of terror attacks, as well as drugs. Further south, in Judea, IDF forces demolished the homes of two terrorists who murdered five people on the same day.

Watch Here

The overnight demolitions west of Hevron targeted the homes of two men said behind November 19 knife and car-ramming attacks in Israel's commercial capital Tel Aviv and at the Gush Etzion Junction south of Jerusalem. Mohammed al-Harub opened fire at the junction, then rammed his car into a group of pedestrians. Two Israelis and one Palestinian bystander were killed. The same day, Raid Masalmeh stabbed two Israelis to death outside a synagogue in a Tel Aviv office block. It was one of the deadliest days for Israelis since a wave of Palestinian knife, gun and car-ramming attacks erupted in October. Harub's home was in Dayr Samet while Masalmeh's was in Dura, both west of Hevron. Both men were apprehended and arrested shortly after their attacks.

Source: Arutz Sheva

================

23.02.2016, L’Intelligence della repubblica popolare di Luhansk l’attività sovversiva intrapresa dai soldati della Guardia nazionale ucraina contro i residenti locali nelle aree sotto il controllo di Kiev. Lo ha reso noto il vice capo di stato maggiore della milizia popolare Igor Yaschenko.

I militari ucraini «continuano a commettere azioni sovversive contro i residenti che vivono nelle zone controllate dall'Ucraina, accusando i militari della Repubblica popolare» ha detto Yaschenko. Yaschenko ha evidenziato che, secondo i servizi segreti della RPL, il 20 febbraio 2016 alle ore 20.00 da una strada del centro abitato di Valuiskikh nella zona Stanichno-Luhansk, i militari della Guardia nazionale hanno sparato proiettili Makarovo da un mortaio calibro 82 millimetri, per cinque minuti. Dopo di che, secondo Yaschenko, hanno abbandonato di fretta il luogo.

Correlati:

Donbass, attacco forze di sicurezza ucraine a posto di blocco: 3 filorussi DNR uccisi

La Corte di Strasburgo ha accolto più di 550 denunce dei cittadini del Donbass

Filorussi di Donetsk accusano: forze sicurezza di Kiev minano i territori del Donbass: http://it.sputniknews.com/mondo/20160223/2154619/donbass-attivita-sovversiva.html#ixzz4111TSQWq













Borghezio sul Club Bilderberg e la Trilateral Commision


Sgarbato88


Caricamento in corso...


17899




Caricato da Sgarbato88 in data 07/gen/2011


L'Onorevole Mario Borghezio intervistato all'Infedele parla del Club Bilderberg e della Commissione Trilaterale.

_______________________________________________




"La storia segreta dei padroni del mondo", consiglio di leggere il libro-inchiesta di Daniel Estulin su "Il Club Bilderberg"




Intervista integrale a Borghezio tratta dal sito Affari Italiani di Venerdí 02.07.2010.

"Herman Van Rompuy era uno sconosciuto, viene invitato a una riunione del club Bilderberg e qualche giorno dopo viene eletto presidente Ue". L'europarlamentare Mario Borghezio sceglie Affaritaliani.it per svelare i piani segreti del più esclusivo centro di potere mondiale. "Personaggi che erano signori nessuno, pensiamo a Clinton, improvvisamente fanno carriere folgoranti". Come mai? "Un club segreto, una super massoneria, dà le direttive a quelli che ci governano". Ecco chi sono.




Che cos'è il club Bilderberg?

"E' un'organizzazione mondialista che si riunisce esclusivamente in tenuta segreta, tant'è che l'ultima riunione a Sitges (Barcellona) era protetta da 350 poliziotti".




Chi partecipa?

"I padroni del mondo e cioè coloro che danno le direttive a quelli che ci governano: alta finanza, personaggi dietro le quinte della politica, burocrati, finanzieri. Questo è venuto alla luce grazie a un giornalista di inchiesta di origine russa, Daniel Estulin, che ha scritto il primo libro inchiesta con informazione dall'interno pubblicato negli Usa. E il suo libro è diventato un best seller".




Ovvero?

"Quello che intriga e preoccupa è che poche settimane prima di essere nominato Herman Van Rompuy, che era uno sconosciuto, viene invitato a una delle riunioni e pochi giorni dopo viene eletto presidente Ue. Anche Barroso ha partecipato ai summit" .




I destini dell'Europa passano quindi dalle mani del club Bilderberg

"Dell'Europa e del mondo".




Stanno sparendo l'Ue, la Bce...

"Questi organismi esistono ma decidono quello che qualcun altro ha già deciso per loro. Personaggi che erano signori nessuno, pensiamo a Clinton, improvvisamente fanno carriere folgoranti".




Qual è l'obiettivo del club?

"Ha un obiettivo mondialista, un potere finanziario che decide al di sopra dei governo. Tirano le fila della politica europea e mondiale. E i popoli neanche se ne accorgono. Perché Barroso e Van Rompuy non dicono che hanno partecipato alla riunione? E se c'erano, in quale veste? Se lo erano in rappresentanza dell'Ue perché non vengono all'Europarlamento a riferire?".




Tra gli italiani, chi partecipa a queste riunioni?

"Franco Bernabè, John Elkann, Mario Monti e Giulio Tremonti. Siamo ai livelli di altissima super-massoneria. Organizzazioni segrete del governo mondialista. Sono i padroni del mondo".
136 Mi piace, 12 Non mi piace

Commenti dell'autore dei caricamenti (Sgarbato88)



E' la prima volta che sento Borghezio parlare così ma se dovessi avere stima per lui allora la dovrei avere anche per Tremonti e sinceramente, non mi sembra opportuno né per l'uno né per l'altro visto che loro, essendo parlamentari italiani che vivono a stretto contatto con la politica mondiale, ne stanno parlando con forte ritardo rispetto a normalissimi cittadini. I loro interventi sono delle ovvietà per pararsi il fondo schiena in modo che continuino ad adagiarlo su comode poltrone!


eneidos 2 giorni fa



@eneidos E' la prima volta che lo senti perchè sei male informato, ma questa non è certo colpa tua.

E' dal 2003 che Borghezio ne parla, ha interrogato la commissione europea su questi incontri segreti, interrogazione che risale proprio al periodo in cui Monti e Prodi erano commissari. cerca bene che trovi.

Nel 2004 fu il primo politico che chiese trasparenza sugli argomenti trattati al meeting della commissione trilaterale che si tenne a Torino, fu allontanato anche in quel caso.


Sgarbato88 2 giorni fa



cazzo sono verità ma perchè dice cosi al pubblico e in parlamento è amico di letta berluconi tremonti etc...??? tremonti in particolare, che è presidente dell'aspen institute ???


autte 1 sett. fa



@autte Mario è stato eletto senza voti di coalizione ma solo con voti leghisti, non ha bisogno di essere amico di queste persone e infatti non lo è per niente, fa parte di un gruppo di opposizione antagonista al partito di berlusconi e dei socialdemocratici.

Su Tremonti ha denunciato il fatto che partecipasse al gruppo bilderberg già un anno e mezzo fa, inoltre faccio presente che è dal 2003 che denuncia in parlamento l'intreccio tra istituzioni europee e questi gruppi occulti, basta cercare.


Sgarbato88 6 giorni fa



per una volta...non ha sparato cazzate...o almeno la maggioranza delle cose che ha detto riferendosi a Bildberg e trilaterale erano vere!...non sara' che prendere mazzate ogni tanto gli fa bene?!?!?


spikelive 6 mesi fa 13



@spikelive Il problema non è certo prendere qualche cazzotto, il problema è perchè lo si prende, mi riferisco a quello che è successo ieri a saint moritz ovviamente. A proposito, ma i no global del cazzo dov'erano ieri ? Buoni solo a fare manifestazioni da operetta credendosi dei rivoluzionari, di certo è più efficace Borghezio da solo che 50mila pecoroni sedicenti "no global", maggioranza di loro per altro incoerenti con le idee antitetiche alla globalizzazione.


Sgarbato88 5 mesi fa 20

Commenti principali



@bandilleros BORGHEZIO E' UNO DEI POCHI CHE HA CORAGGIO DI DENUNCIARLI COMUNQUE GUARDATE ILLUMINATI CARD GAME UN GIOCO DI CARTE DEL 1994 DOVE CI SONO AVVENIMENTI VERAMENTE ACCADUTI TIPO L'11 SETTEMBRE E ALTRI FUTURI COME LA TERZA GUERRA MONDIALE


skatafrunz 6 mesi fa 26


mostra tutto
Video di risposta


Questo è un video di risposta a Borghezio denuncia le candidature dei bilderberg e della trilaterale ( rockfeller )
11:10Borghezio Show alla Zanzara: 'Monti è un Masson...di Sgarbato884314 visualizzazioni
1:27Borghezio chiede delucidazioni sulle Manovre di...di Sgarbato88299 visualizzazioni


mostra tutto
Tutti i commenti (100)

Reazioni (1)


Rispondi a questo video...



ogni tanto il ciccione ostrogoto dice cose sensate! questa volta bisogna ammetterlo


ter50 3 giorni fa



Borghezio ha una duplice natura: una schifosa e un'altra geniale. Questo è il Borghezio che ammiro (nei limiti). Se una persona denuncia delle 'cose strane', che comunque sono accadute, non vedo perchè ci debbano essere dubbi solo perchè esponente di un partito diverso e controverso come la Lega Nord. Se ha ragione ha ragione. Punto.


nolisten77 1 sett. fa 2



2 Novembre 2010! Dopo poco più di un anno... ci siamo!


achill3r 1 sett. fa



Minchia, non avrei mai pensato di essere una sola volta d'accordo con Borghezio!


ComandantePardo 1 sett. fa



sembra strano come tutto questo vada in onda proprio su la 7 !


claatu 1 sett. fa


Visualizza tutti i commenti »


Avanti

0:20 Audi A1 Sportback di AudiChannelItaly Video sponsorizzato 4,150 visualizzazioni
3:30N.Farage: "Ma Chi Diavolo Credete Di Essere?" -...di ConnessioneCosciente23426 visualizzazioni
2:47Gruppo Bilderberg, alcuni partecipanti italiani...di vuomitos23802 visualizzazioni
2:06Nigel Farage: pesanti dichiarazioni contro l' E...di TERRANOSTRAPescara34960 visualizzazioni
0:51Borghezio al Parlamento Europeo (Grandissimo..!!)di AlexNeriGambettola24944 visualizzazioni
2:37Borghezio: 'No al Nuovo Ordine Mondiale'di Sgarbato882394 visualizzazioni
4:15David Rokefeller parla del controllo della popo...di LaGrandeOpera19917 visualizzazioni
1:52LITTIZZETTO vs. SANTANCHÈ.di PaoloPerroni1943329632 visualizzazioni
8:012012: Basi sotterranee segretedi Magodoriente147714 visualizzazioni
7:01Borghezio interrotto dall'Annunziata e censurat...di Sgarbato8813308 visualizzazioni
2:45Fantozzi leghista - Paolo Villaggio distrugge B...di massimomerighi43222 visualizzazioni
1:33Borghezio VS Concita De Gregoriodi Sgarbato88103540 visualizzazioni
0:19Borghezio VS Zorodi Sgarbato8870269 visualizzazioni
9:52Il Gruppo Bilderberg - Origini e Scopidi LibertaNegata6183 visualizzazioni
3:23Borghezio sugli UFO e il Segreto Militaredi Sgarbato884726 visualizzazioni
2:57LIBIA: Nigel Farage - Europarlamento - sub itadi chryp12310 visualizzazioni
1:46Imperdibile fuori onda del ministro Giorgia Mel...di IoReporterSkyTg466064 visualizzazioni
1:38Borghezio. I napoletani fanno schifo sono degli...di 62paolo17692 visualizzazioni
6:18bilderberg 2010di OrcoPorco135238 visualizzazioni
1:08SANTANCHE' RIDICOLA, guardate che figura che fa !di gara77oni177749 visualizzazioni
2:01ENRICO MENTANA RISPONDE AGLI INSULTI DI BERLUSC...di TempiScaduti202888 visualizzazioni